streaming tv show serie cinema final

SUHD, UHD, HDR, Triluminos e altri: un po’ di chiarezza con questo glossario delle TV

Cosimo Alfredo Pina -

Di anno in anno le tecnologie integrate nelle varie TV continuano a cambiare ed aumentare. Ma come fare a districarsi tra tutte le sigle e le definizioni che accompagnano la vastità del panorama smart TV?

In questo articolo vogliamo aiutarvi un po’ a districarvi dal groviglio del marketing con un piccolo glossario che vi aiuti a capire cosa significano marchi e sigle relativi ai TV delle principali marche e alcuni termini di uso generale usati per le tecnologie di ultima generazione.

Quantum Dot

Partiamo con una tecnologia utilizzata su una gran varietà di modelli di ultima generazione, alcuni dei quali già in commercio da diversi mesi. I quantum dot sono delle minuscole sfere dal diametro nell’ordine di pochi nanometri, capaci di emettere luce di un certo colore (lunghezza d’onda), quando stimolati con l’opportuna quantità di energia.

I quantum dot possono così essere sostituiti ai più semplici composti chimici per creare “LED” e di conseguenza i pannelli per display di ultima generazione, i cui principali vantaggi sono la maggior precisione nella riproduzione dei colori e una gamma dinamica più ampia.

Nit

Il nit è un’unità di misura per la luminanza; questa indica quanta luce è emessa da una superficie ed in particolare 1 nit corrisponde ad 1 cd per m2. Questa misura, utilizzata principalmente per monitor e TV, indica fondamentalmente quanto è luminoso un display. Per rendere l’idea 700 nit sono il valore necessario ad una buona visibilità sotto la luce solare diretta. Nei modelli compatibili con lo standard HDR vedrete spesso pannelli capaci di emettere con luminanze fino a 1000 nit.

HDR

HDR è la sigla di high dynamic range, ossia contenuti la cui quantità di colori e zone visibili, cioè non tagliate fuori perché troppo chiare o troppo scure, sono maggiori rispetto alle normali immagini. I TV convenzionali integrano pannelli non in grado di riprodurre troppi colori o livelli di luminosità contemporaneamente.

LEGGI ANCHE: A Netflix non interessa la realtà virtuale: il 2016 sarà all’insegna di HDR e 4K

I nuovi pannelli che invece integrano tecnologia HDR adottano tecnologie e standard che permettono la modulazione del contrasto per la riproduzione dei contenuti ad ampia gamma dinamica, con maggiore flessibilità nella riproduzione dei livelli di luminosità e colori.

Certificazione UHD Alliance Premium

La UHD Alliance nasce dall’unione di tutti i principali produttori di TV, servizi di streaming, produttori cinematografici e molti altri enti o aziende, che ha l’intento di rendere la diffusione dei contenuti 4K, HDR e WCG.

Dispositivi con certificazione UHD Alliance Premium, che comunque non indica la qualità assoluta di un certo dispositivo, garantiscono di supportare le ultime novità in fatto di imaging, anche se i modelli che non sono certificati potrebbero benissimo essere in grado di riprodurre contenuti in HDR, 4K e ad ampia gamma di colori.

Samsung SUHD

La serie Samsung SUHD 2016 rappresenta, come anche nei mesi passati, il top della gamma. I pannelli utilizzati dall’azienda coreana sulle TV SUHD sono tutti a risoluzione Ultra HD/4K (3.840 x 2.160 pixel), si basano su tecnologia quantum dot ed integrano sistemi come local dimming ed HDR che promettono ampia gamma dinamica e ricchezza di colori.

LG Super UHD

I televisori LG Super UHD sono tra gli ultimi arrivati dal secondo produttore mondiale nella categoria. Il nome, non particolarmente fantasioso, indica le smart TV che montano pannelli LCD con risoluzione 4K, ma capaci anche di offrire qualche funzione in più.

Tra queste il supporto all’HDR (HDR Plus) e l’integrazione di TruMotion 240Hz, per immagini fluide e pronti anche per il supporto del futuro prossimo dello streaming.

glossario tv 2016

Hisense uLED

Hisense è senz’altro il più noto produttore cinese che porta i suoi prodotti direttamente sul mercato. I TV Hisense uLED sono il top della sua offerta con pannelli LCD Ultra HD con tecnologia local dimming e, nel modello da 65 pollici, quantum dot.

Sony Triluminos

Il 2016 non è certo il primo anno che Sony propone il marchio Triluminos. Questo indica una serie di tecnologie ed accortezze tutte perlopiù indirizzate alla gestione del colore. Nella nuova serie di TV Sony, Triluminos indica pannelli 4K capaci di riprodurre gamma di colori più ampia degli altri suoi modelli.

Sharp Spectros

I TV che si basano su tecnologia Sharp Spectros (serie 9000) non sono ancora disponibili in Italia, ma indicano l’ultima generazione di pannelli basati su tecnologia a quantum dot.

Fonte: CNET