sulon q visore realtà virtuale aumentata

Realtà virtuale e realtà aumentata senza computer, con il visore Sulon Q (foto)

Leonardo Banchi

La gara per la realtà virtuale non si corre soltanto fra i pretendenti più famosi come HTC Vive: a Oculus Rift, set focalizzato sulla realtà virtuale e agli HoloLens di Microsoft, pensati invece soprattutto per la realtà aumentata, sta infatti per unirsi Sulon Q, un visore che promette di offrirle entrambe semplificando contemporaneamente la propria struttura.

In un suggestivo video di presentazione realizzato da Sulon, il nuovo dispositivo è infatti descritto come un oggetto “all-in-one, libero da vincoli e pronto all’uso”, grazie a un processore grafico AMD integrato che, in accoppiata con Windows 10, sarà essere in grado di offrire un’esperienza con grafica “al livello di una consolle” senza essere collegato ad un computer.

LEGGI ANCHE: La soluzione di GoPro per la realtà virtuale è un cubo con sei action cam

Sulon Q è quindi in pratica un piccolo computer con Windows 10, racchiuso in un visore da indossare sulla testa. Queste le sue specifiche tecniche:

  • Processore AMD FX-8800P con scheda grafica integrata Radeon R7
  • Spatial Processing Unit (SPU) proprietaria Sulon
  • 8GB di memoria RAM
  • Hard Disk SSD da 256GB
  • Display OLED con risoluzione 2.560×1.440
  • Suono 3D realizzato da GenAudio’s AstoundSound
  • Jack per cuffie da 3.5mm e auricolari Sulon Q ottimizzati per la tridimensionalità
  • Microfoni integrati per la cancellazione del rumore
  • Accelerometro, giroscopio, magnetometro
  • Microsoft Windows 10 e AMD LiquidVR
  • Fornito con tastiera e mouse wireless, ma compatibile con ogni controller adatto a Windows 10
  • Connettività WiFi 802.11ac e Bluetooth 4.0
  • Due porte USB 3.0

Purtroppo, non sono ancora state annunciate le tempistiche per la sua disponibilità, né il prezzo di lancio: in attesa di quel momento, potete però osservarlo guardando il video che trovate a seguire.

Via: WindowsCentralFonte: C|Net
  • Fotonic

    Io inizio a ridermela pensando a quanti useranno visori VR a luglio… il condizionatore sará d’obbligo mi sa! 😀