Surface Mini (ri)spunta a sorpresa: ecco come poteva essere il tablet cancellato da Microsoft (foto)

Vezio Ceniccola

La gamma Surface di Microsoft esiste ormai già da qualche anno e annovera un buon numero di dispositivi tra le sue fila. La novità è che, tra questi, avrebbe potuto trovare posto anche un tablet dalle dimensioni contenute, ma che non è mai arrivato sul mercato.

Il suo nome è Surface Mini, e si tratta di un dispositivo progettato nel 2014 dall’azienda americana in concomitanza con il Surface Pro 3. All’epoca, Microsoft avrebbe voluto presentare insieme i due modelli, ma sappiamo tutti come (non) è andata.

Dopo la cancellazione del progetto Mini, il tablet non ha mai visto la luce e se ne sono perse le tracce, ma grazie alle immagini fornite da Windows Central possiamo dare un’occhiata da vicino a ciò che Microsoft ha deciso di non mostrarci.

Il dispositivo appare una copia in miniatura del già citato Surface Pro 3. Il corpo in materiale plastico presenta delle estremità più sottili, pensate per favorire l’ergonomia, ed è presente anche la classica kickstand posteriore della serie Surface. Lo schermo, con risoluzione 1.440 x 1.080 pixel, ha delle cornici molto pronunciate – ma non troppo sorprendenti per un tablet del 2014 – e su uno dei bordi stretti trova spazio il pulsante col vecchio logo Windows.

Per quanto riguarda l’hardware interno, Surface Mini dispone di un processore Qualcomm Snapdragon 800, dotato di GPU Adreno 330 ma con soli 1 GB di RAM e 32 GB di memoria interna. Nel reparto connettività troviamo il supporto WiFi dual-band, jack cuffie da 3,5 mm, slot microSD, porta microUSB e una USB standard per l’OTG. Non manca nemmeno il supporto alla Surface Pen, già vista sempre con il Surface Pro 3, mentre non è stata prevista alcuna cover con tastiera per questo modello.

LEGGI ANCHE: Microsoft Surface Pro 2017, la recensione

Surface Mini sarebbe dovuto uscire con il sistema operativo Windows RT 8.1, versione “ridotta” del sistema Microsoft pensata appunto per dispositivi come smartphone e tablet. A posteriori, sappiamo che nemmeno lo stesso OS ha fatto una bella fine, visto che è stato abbandonato dopo pochi mesi a causa dell’uscita di Windows 10.

Ecco, dunque, una delle motivazioni che probabilmente hanno convinto l’azienda di Redmont a non presentare il Surface Mini. Il reparto commerciale di Microsoft deve aver pensato che non ci fosse spazio sul mercato per un prodotto del genere, per giunta dotato di un sistema operativo poco diffuso e non molto apprezzato dagli utenti.

La storia, lo sappiamo, non si fa coi “se” e coi “ma”, però siamo davvero curiosi di sapere come sarebbe stato accolto dal pubblico questo Surface Mini. A voi sarebbe piaciuto un dispositivo di questo tipo? Pensate sia stato giusto non presentarlo? Fatecelo sapere nei commenti!

Via: Windows Central
  • Cristian Vairo

    Bhe esistono tablet pc di quelle dimensioni che montano un vero e proprio Windows. A mio parere se gli avessero montato Windows e non (Rt) sarebbe stato un buon dispositivo ottimo per tutti quelli (come me) che di un tablet android o ipad non se ne fanno niente ma un portatile a volte è troppo grande. Ho avuto il pro 3 comunque e mi sono trovato una meraviglia.