suzuki final

Suzuki come Volkswagen: la casa giapponese ha mentito su 2,1 milioni di auto

Cosimo Alfredo Pina

Sarebbero 2,1 milioni i veicoli su cui Suzuki ha mentito, in termini dati su consumi ed emissioni. La casa automobilistica giapponese ha infatti ammesso di aver utilizzato metodologie di test non corrette per tutti i modelli attualmente in commercio.

In seguito a verifiche sono state trovate discrepanze tra i dati ottenuti con i test aziendali e quelli richiesti dall’autorità giapponese. Proprio per questo, spiega Suzuki, la cosa riguarderebbe soltanto la patria della casa automobilistica. La cosa non è ovviamente andata giù agli investitori che nelle ore successive all’annuncio, arrivato direttamente dal presidente Osamu Suzuki, hanno affossato il titolo di un -15%.

LEGGI ANCHE: Anche Fiat potrebbe star barando sulle emissioni dei motori diesel

Il tutto è partito con la richiesta del governo giapponese verso le 41 industrie dell’automotive di condurre test di verifica interni e di fare rapporto sui test condotti per misurare consumi ed emissioni dei veicoli, scaturita dopo lo scandalo Mitsubishi.

Si tratta soltanto dell’ultima notizia che si aggiunge allo tsunami partito con la questione Volkswagen  e che ancora non accenna a fermarsi. Quale sarà la prossima azienda che ammetterà di aver falsato i dati?

Via: CNETFonte: Bloomberg