OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tesla presenta Model S P85D, l’auto con doppio motore e sensori per guida automatica (foto)

Leonardo Banchi -

Stravolgendo le interpretazioni più ovvie che erano state date al suo messaggio dei giorni scorsi, il CEO di Tesla Elon Musk ha stupito il pubblico internazionale con la Tesla D: l’auto in questione, contrariamente alle previsioni, non è infatti un nuovo modello, ma un aggiornamento (per quanto sostanzioso) della già esistente Model S.

LEGGI ANCHE: Tesla apre nuove stazioni di rifornimento rapido in Inghilterra

La nuova automobile (il cui nome esatto è Model S P85D) sarà infatti una versione dotata di quattro ruote motrici, spinte da un doppio motore elettrico (la D del nome sta infatti a significare “Dual”), in grado di garantire le massime prestazioni.

I primi test sono infatti serviti a dimostrare le incredibili possibilità di questo veicolo, in grado di passare da zero a 100 km/h in soli 3,2 secondi, pur incrementando la propria autonomia rispetto al modello precedente di circa 10 miglia.

La sfida più grande nella quale l’azienda ha voluto imbarcarsi, però, è sul campo della guida automatica: Model S P85D integra infatti un elevato numero di sensori, in grado di rilevare l’ambiente circostante per permettere al veicolo di continuare la propria corsa senza l’intervento del pilota. Nella guida dimostrativa effettuata con i redattori di Engadget, la nuova Tesla è stata infatti in grado di seguire la propria corsia rilevandone le linee di delimitazione, evitare contatti con altre automobili presenti sul tracciato, e perfino di cambiare corsia dopo aver inserito la freccia, il tutto mantenendo la propria andatura sotto il limite consentito, grazie alla rilevazione del cartello di velocità massima a bordo della strada.

La sfida di Elon Musk, però, prevede di spingersi oltre il limite attualmente consentito per le macchine con pilota automatico: il suo obbiettivo è creare automobili in grado di parcheggiarsi da sole, e persino di raggiungere automaticamente il proprio proprietario quando invocate. Secondo le parole del CEO di Tesla, la maggior parte della tecnologia necessaria sarebbe già disponibile, e persino già integrata nei modelli prodotti nelle ultime due settimane, pronta per essere attivata tramite un aggiornamento software.

Vi lasciamo quindi a seguire una ricca galleria di immagini del nuovo modello, in attesa che esso diventi acquistabile anche nel nostro paese e che, nel giorno dell’acquisto, la nostra automobile sia in grado di raggiungerci, autonomamente, direttamente sotto casa nostra.

VIA: Gizmodo