tesla-supercharger-fhd

Addio ai rifornimenti gratuiti per chi compra una Tesla dopo il 1 Gennaio

Leonardo Banchi

Se stavate per comprare una Tesla, e nel conto delle spese avevate fatto affidamento sulle ricariche gratuite illimitate previste alle stazioni Supercharger, è meglio che vi affrettiate a concludere il vostro acquisto: la compagnia ha infatti annunciato oggi che la promozione non sarà valida per le auto ordinate a partire dal 1 Gennaio 2017 (o consegnate dopo il 1 Aprile).

A differenza degli acquirenti passati, che acquistando un’auto ottenevano il diritto di ricaricare gratuitamente e illimitatamente i propri veicoli, chi comprerà una Tesla dal prossimo anno otterrà un bonus annuale per 400 kWh di ricariche gratuite: più o meno, l’equivalente di 1600 chilometri percorsi senza pagare il carburante.

LEGGI ANCHE: Tesla vuole raccogliere energia dal vostro tetto

La notizia, in realtà, toccherà comunque meno utenti di quanto si possa pensare: già a Giugno Elon Musk aveva infatti annunciato che la nuova Model 3, modello “economico” della casa, non avrebbe beneficiato delle ricariche gratuite al momento della sua consegna verso la fine del 2017.

Infine, dietro all’operazione si nasconde un risvolto positivo: gli introiti ottenuti con l’eliminazione delle ricariche gratuite saranno infatti reinvestiti per potenziare la rete di Supercharger (che in Italia conta attualmente meno di 20 punti di rifornimento), mantenendo comunque basso il costo delle ricariche. Il fondatore Elon Musk ha infatti colto l’occasione per ribadire come i punti di ricarica della compagnia siano pensati soprattutto per i viaggi lunghi, e come il posto migliore per ricaricare la propria auto sia sempre “lo stesso dove viene ricaricato il cellulare”.

Via: Venturebeat