tokyo vieta droni

Tokyo vieta l’uso di droni nei parchi della città

Leonardo Banchi

La redazione di regole riguardanti l’utilizzo di droni nei luoghi pubblici sta mettendo a dura prova le amministrazioni pubbliche di molti paesi, portando talvolta anche a soluzioni piuttosto drastiche: dopo i cittadini di Washington, che si sono visti negare la possibilità di far volare i propri droni all’interno della città, è adesso il turno degli abitanti di Tokyo, che non potranno più effettuare i propri decolli da 81 parchi pubblici della capitale giapponese.

LEGGI ANCHE: Droni che cacciano droni, ecco lo scenario dei cieli francesi

Il provvedimento, che prevede una multa di 50.000 ¥ (circa 370 €) per i trasgressori, è stato originato dal recente atto di un uomo che, per protestare contro le politiche nucleari del governo, ha utilizzato un drone per far atterrare sul tetto dell’ufficio del primo ministro una tazza di acqua lievemente radioattiva.

Al momento non è chiaro se il divieto diventerà permanente, o se sia destinato a rimanere un provvedimento temporaneo, ma è sempre più evidente il fatto che la necessità di un regolamento in grado di controllare l’utilizzo di velivoli radiocomandati sia ormai sempre più pressante, qualunque sia il posto dove viviate.

Via: Engadget
  • Alessandro

    il bicchiere d’acqua radioattiva è una genialata pazzesca!