tor_onion routing

Tor: cosa è e perché utilizzarlo sui nostri PC

Cosimo Alfredo Pina

Tor è una rete ottimizzata per la tutela della privacy online. Grazie ad un pacchetto facilmente installabile, è possibile avere un software che appoggiandosi a questa rete è in grado di aiutare a mantenere l’anonimato più totale sul web.

LEGGI ANCHE: Tails: privacy e anonimato sulla rete

Nello specifico Tor nasconde l’origine e la destinazione del traffico Internet passante dai nostri PC, nascondendo chi siamo e cosa stiamo visualizzando, permettendo anche di aggirare alcune forme di censura. Al momento è uno degli strumenti più avanzati per la tutela della privacy.

Il funzionamento dietro le quinte di Tor è ovviamente piuttosto complicato, ma fondamentalmente la nostra identità viene protetta da un sistema a strati detto “onion routing” che permette di proteggere (insieme ad altri strumenti come HTTPS Everywhere) efficacemente i dati che si spostano sulla rete.

Anche se non abbiamo niente da nascondere, è giusto poter avere la possibilità di avere la nostra privacy. Tor è infatti in grado di evitare, per esempio, che le nostre ricerche su Google finiscano nelle statistiche accessibili anche agli inserzionisti. Un utilizzo sapiente di Tor può anche evitare il controllo degli enti governativi (per esempio nei paesi con limitate libertà) o più semplicemente aggirare blocchi imposti da firewall e proxy.

La forza di Tor è proprio negli utenti, infatti tante più persone utilizzano il sistema dei Tor relay, rendendosi disponibili a fungere da nodo di questa rete, tanti più strati potranno “coprire” le connessioni, rendendo lo spostamento di dati più veloce e sicuro.

Questo strumento non è tuttavia una soluzione definitiva; utilizzare Tor prevede alcuni, se pur semplici accorgimenti. Per esempio se ci connetteremo ad uno dei tanti siti che richiedono il log-in (come Facebook o Gmail), questi sapranno (ovviamente) chi siamo. Sul sito di Tor troviamo una lista degli errori più comuni che potremmo commettere nell’usarlo.

Per iniziare ad usare Tor basterà semplicemente scaricare il pacchetto ed installarlo sul proprio PC seguendo le istruzioni della procedura guidata. Il software installato non sarà altro che una versione di Firefox con Tor già preconfigurato.

Per gli utenti più esigenti, che vorrano proteggere non solo il traffico internet passante da browser, potranno affidarsi a Tail (un sistema operativo) per il loro PC, o a Orbit, un browser per la piattaforma Android. Voi avete già provato questo sistema? Pensate sia necessario o che sia un eccesso di precauzioni?

 

Via