trasferimento dati attraverso il corpo

Il wireless non è sicuro? Presto potrete trasferire password e codici di accesso usando il vostro corpo!

Leonardo Banchi

L’idea di poter aprire la porta di casa con il proprio smartphone è decisamente futuristica ed accattivante, ma lo diventa molto meno se si considerano i rischi legati alla sicurezza: secondo uno studio dell’Università di Princeton risalente al Gennaio scorso, infatti, alcuni dei dispositivi smart per la casa diffondevano in modo non sicuro informazioni sulla propria posizione, oppure non criptavano affatto i dati scambiati per il loro utilizzo.

Alcuni ingegneri dell’Università di Washington hanno però la soluzione in mano: sostituire la trasmissione dati WiFi o Bluetooth con un meccanismo basato sul corpo dell’utilizzatore.

LEGGI ANCHE: Lampadine con luce, musica e connessione WiFi

La loro ricerca ha infatti dimostrato come sia possibile trasferire dati da un dispositivo touch (come ad esempio uno smartphone tenuto in mano) ad un apparato smart per la casa sfruttando la conduttività elettromagnetica del corpo: autenticandovi con il lettore di impronte presente sul cellulare, ad esempio, potreste aprire la porta di casa semplicemente toccando la maniglia, senza che la chiave di sblocco sia trasmessa via wireless.

I ricercatori sono stati in grado, attualmente, di trasferire dati alla velocità di 50 bit al secondo utilizzando il touchpad di un computer, e 25 bit per secondo utilizzando un sensore di  impronte: velocità già sufficienti per il trasferimento di una password o di un codice di accesso, ma che una volta aumentate, con il supporto dei produttori di hardware, potrebbero aprire la strada a molte altre applicazioni, come ad esempio la creazione di un “dialogo” fra i vari sensori e dispositivi smart che, verosimilmente, con il passare del tempo saranno sempre più presenti addosso alle persone.

trasferimento dati via corpo

Via: Engadget