buco nero

Un buco nero al centro di una galassia ultra densa

Cosimo Alfredo Pina

La M60-UCD1 è una galassia nana ultra densa, tanto che se fosse la nostra, al posto della Via Lattea, potremmo osservare ad occhio nudo fino a un milione di stelle, contro i quattromila cui siamo abituati. Oltre all’enorme popolazione di corpi celesti, questa formazione è costituita per il 15% della sua massa da un buco nero.

LEGGI ANCHE: Un wormhole al centro della Via Lattea

Facendo un rapido confronto il buco nero avrebbe la massa equivalente a ventuno milioni di volte quella del Sole. Secondo la NASA queste galassie nane sono resti di collisioni tra altre più grandi. A confermare questa ipotesi è anche Anil Seth che ha scoperto e studiato la M60-UCD1 dichiarando di non sapere in che altro modo, un buco nero così grande possa essersi formato dentro una galassia così piccola.

La natura dei buchi neri rimane al momento piuttosto misteriosa, anche se è abbastanza certo che non siano portali per altre dimensioni. Studi come questi non posso altro che aiutare a fare chiarezza su una delle tante questioni irrisolte dell’universo.

 

Via