Screenshot at ott 15 13-03-48

Un cuore stampato in 3D salva la vita di un bambino

Lorenzo Fantoni

La vita di un bambino nato a luglio con un problema cardiaco congenito è stata salvata grazie a un cuore stampato in 3D. Grazie infatti a un modello 3D del cuore del bambino, i dottori sono riusciti a fare pratica prima dell’intervento, avvenuto al Morgan Stanley Children’s Hospital di New York-Presbyterian.

Il problema del bambino era particolarmente complesso: sia l’aorta che le arterie polmonari partono dal ventricolo destro, che in questo caso presentava un grosso buco. La situazione era tale che una risonanza magnetica o una TAC non erano sufficienti per far capire la situazione ai dottori, visto che il cuore del paziente era grande come una noce.

Grazie ad alcuni scan del cuore e al finanziamento dell’associazione Matthew’s Hearts of Hope, il team ha commissionato un modello del cuore al Materialise, azienda specializzata nella realizzazione di modelli 3D in campo medicale.

Usando un software chiamato Mimics Innovation Suite, Materialise ha creato un modello del cuore in cui era chiaramente visibile la struttura e i difetti dell’organo, che è stato consegnato al team due giorni dopo.

Il modello del cuore è stato creato un materiale che poteva essere tagliato e manipolato, il che ha permesso all’equipe medica di creare un piano d’azione che ha risolto il problema con un solo intervento, invece di tre o quattro.

La procedura si è rivelata così interessante che l’ospedale e Materialise stanno già pensando a nuovi modi per implementarla in altri casi molto complessi, che potrebbero prima o poi diventare lo standard di alcune procedure mediche.