hacker auto

Un dispositivo da 20$ apre ogni auto con serrature wireless

Cosimo Alfredo Pina

L’elettronica avanzata dentro le auto porta sicuramente molti vantaggi e funzioni comode. Tra queste c’è anche l’apertura senza inserimento della chiave che permette di sbloccare la serratura dell’auto semplicemente avvicinandosi. Proprio questa tecnologia sarebbe stata al centro di una serie di eventi che ne metterebbero in dubbio la sicurezza.

Nick Bilton, giornalista del New York Times, ha infatti riportato qualche giorno fa, che due ragazzini sono riusciti ad entrare dentro la sua auto chiusa a chiave grazie ad un dispositivo all’apparenza molto semplice:

L’auto in questione sarebbe una Toyota Prius, ma le vittime di questo “scherzo” tecnologico sarebbero stati anche molti dei suoi vicini. Secondo la teoria di Bilton, rafforzata dall’esperto di sicurezza Boris Danev, il dispositivo usato dai ragazzi sarebbe in grado di amplificare il segnale della chiave, fungendo da ponte e facendo credere all’auto che questa si trovi in prossimità, sbloccando così il veicolo.

Danev ha spiegato come dispositivi del genere siano facilmente realizzabili grazie a semplici guide e componenti reperibili sui comuni siti di shopping online, a prezzi decisamente alla portata di tutti (20-100$) e in grado di amplificare il segnale fino a 20 metri di distanza.

LEGGI ANCHE: Due nuovi sistemi biometrici promettono tanta sicurezza ma un po’ meno privacy

Non è la prima volta che si verificano episodi del genere ed è probabile che presto, in attesa che le case automobilistiche si adeguino contro questi ripetitori per i sistemi di apertura automatica delle portiere, vedremo qualche contro-gadget per conservare al sicuro le proprie chiavi wireless.

Via: Ars Technica
  • Alessandro

    troppa tecnologia mal sfruttata…una chiave così è come un bancomat senza pin