stampella rivoluzionaria head

Un nuovo progetto per la stampella del futuro (foto)

Leonardo Banchi

Nonostante tutte le innovazioni compiute dalla medicina e dall’ingegneria, c’è un oggetto che è rimasto sostanzialmente lo stesso fin dal momento della sua invenzione: la stampella. L’idea alla base del supporto per chi ha temporanee difficoltà motorie, infatti, è sempre quella di un bastone un po’ più elaborato, ma grazie all’idea del designer Behzad Rashidizadeh ciò potrebbe presto cambiare.

LEGGI ANCHE: Intel e i wearable contro il Parkinson

Il concept sviluppato dal ventisettenne designer, infatti, mostra un tipo di stampella completamente rinnovato, che invece di spostare il peso dall’arto ferito alle braccia utilizza come supporto i quadricipiti, permettendo così di muoversi continuando ad utilizzare liberamente entrambe le mani.

Sit & Stand, questo il nome della rivoluzionaria stampella, è nata come un progetto scolastico, per il quale gli studenti erano chiamati a disegnare proprio un nuovo tipo di supporto per giovani e adulti con temporanee difficoltà motorie. Visto il successo del prototipo, Rashidizadeh ha quindi pensato di presentarlo in occasione del Dyson Award, la competizione creata dall’inventore del noto aspirapolvere in cui giovani inventori sono chiamati a competere presentando “Qualcosa che risolva un problema”.

Non è purtroppo ancora possibile sapere se Sit & Stand vincerà la competizione, assicurandosi così i 150.000$ di premio e, quindi, la concreta possibilità di vedere la propria realizzazione, poiché fra i partecipanti sono presenti numerosi progetti di alto livello. Ci auguriamo comunque che, in ogni modo vada a finire il concorso, l’attenzione attirata dalla rivoluzionaria stampella non si esaurisca presto, e che i malati di tutto il mondo possano così godere di questa importante innovazione.

VIA: Gizmodo