sito insegna a programmare

Un sito vi insegna a programmare abbastanza per ottenere un lavoro

Leonardo Banchi -

 

Avete sempre sognato di diventare dei programmatori? Davanti a voi avete molte strade: potete acquistare dei libri, o seguire dei corsi su internet, e cercare di imparare autonomamente. In alternativa, potete iscrivervi a corsi, universitari o organizzati da aziende private e farvi guidare nell’apprendimento. Da oggi, però, c’è una possibilità in più: Exercism, infatti, è un sito che promette di insegnarvi la programmazione in modo professionale.

LEGGI ANCHE: Il guanto per imparare a digitare velocemente sulla tastiera

L’idea alla base di Exercism è molto semplice, e mira a porre il sito a metà fra i classici corsi online, nei quali gli unici ad accorgersi di eventuali errori sareste voi stessi, e corsi frequentati fisicamente, dove un insegnante sarebbe lì pronto a valutare il vostro lavoro.

Il sito utilizza infatti uno speciale software, attraverso il quale ogni giorno vi verranno proposti differenti esercizi, basati su una grande varietà di linguaggi di programmazione. Completato uno di essi, dovrete inviare la vostra soluzione sul sito, attraverso il quale altri programmatori analizzeranno il codice da voi scritto e vi daranno un parere, grazie al quale poter migliorare progressivamente le vostre capacità.

L’idea alla base del sito è quindi  molto semplice, ma come spesso accade tale semplicità potrebbe essere proprio il motivo della sua forza.

Exercism è scaturito dalla mente di Katrina Owen, mentre insegnava programmazione presso i Jumpstart Labs a Denver: ogni giorno, ella forniva ai propri studenti dei problemi da risolvere, che però loro raramente completavano, arrivando così al termine del corso incerti su alcuni concetti di base. Katrina creò quindi il sito, che non consentiva di passare a problemi più avanzati senza aver prima risolto quelli precedenti.

L’idea colpì molto gli studenti, che iniziarono così a lavorare assiduamente alle sfide giornaliere, diffondendo la voce anche fra amici e compagni. La fortuna di Exercism, però, fu quella di essere open source e ospitato sul servizio collaborativo GitHub, così che chiunque potesse inviare nuovi esercizi.

Il sito ha adesso oltre 6.000 collaboratori attivi, che hanno già inviato nuovi codici o commenti, e centinaia di volontari che spesso aggiungono nuovi esercizi o adattano quelli esistenti a nuovi linguaggi di programmazione. Katrina Owen, però, non ha intenzione di trasformalo in un business: l’unico obbiettivo che necessita di denaro, attualmente, è proprio il miglioramento stesso del sito, ma chissà che, a breve, esso non possa essere ottimizzato proprio da studenti che hanno appreso le basi della programmazione proprio grazie a questo servizio.

VIA: Wired