sunfire carburante da acqua_fhd

Un rivoluzionario impianto per la conversione di acqua in carburante

Cosimo Alfredo Pina -

Sunfire GmbH è l’azienda tedesca che ha presentato una rivoluzionaria tecnologia in grado di convertire l’anidride carbonica presente nell’atmosfera in petrolio sintetico, il tutto utilizzando uno dei composti più comuni sulla terra: l’acqua.

Il reattore chimico sfrutta il processo Ficher-Tropsch, una reazione scoperta nel 1925, in combinazione con impianti per la produzione energia elettrica da fonti rinnovabili. Il concetto di base è abbastanza “semplice”: l’elettricità viene utilizzata per portare l’acqua da liquido a vapore, per poi essere trasformata in idrogeno gassoso; il gas ottenuto viene combinato con l’anidride carbonica, opportunamente trattata, per formare idrocarburi, i componenti fondamentali di ogni carburante convenzionale.

LEGGI ANCHE: Upp, il primo caricabatterie a idrogeno

Il processo è noto da tempo, ma il grande sforzo di Sunfire GmbH è stato quello di lavorare sull’efficenza del processo, dichiarata essere il 70%. Al momento un impianto a pieno regime è in grado di consumare 3,2 tonnellate di CO2 al giorno, che vengono convertite in un barile di carburante.

sunfire carburante da acqua

Il costo per lo sviluppo di questa tecnologia, finanziato per metà dal Ministro federale dell’Istruzione e della ricerca tedesco, è a sette zeri. L’amministratore delegato Christian von Olshausen si dice fiducioso che in un futuro non troppo remoto questi impianti si inseriscano nel passaggio dai combustibili fossili alle fonti totalmente rinnovabili, sopratutto in quei casi in cui la conversione risulti difficile, se non impossibile.

Via