fotocamera143 megapixel scanner

Una sensazionale fotocamera da 143 megapixel, realizzata grazie ad uno scanner

Leonardo Banchi -

Le fotocamere moderne ci hanno ormai abituato a vedere, sulle scatole dei prodotti, un numero di megapixel sempre più alto, tanto da arrivare spesso a chiedersi se realmente esso sia necessario per la realizzazione di foto di qualità.

LEGGI ANCHE: Di quanti megapixel avete davvero bisogno? 

Tuttavia, è possibile superare ulteriormente queste soglie, magari creando una fotocamera con pezzi alla portata di tutti? Secondo Dario Morelli, utente di Flickr, sì: è sufficiente uno scanner, una normale fotocamera, e tanta pazienza ed abilità.

Uno scanner, infatti, è in effetti un sensore di immagini di dimensione decisamente generosa, e può quindi consentire la cattura di fotografie ad altissima risoluzione. Morelli ha quindi sfruttato questa capacità per applicarne uno a dei normali obiettivi per fotocamera, realizzando così una macchina fotografica da ben 143 megapixel.

Grazie alla sua abilità, ha poi racchiuso il tutto in un corpo di dimensioni relativamente contenute, almeno in grado di stare in equilibrio su di un cavalletto. La cattura delle immagini, infatti, avviene con il classico funzionamento degli scanner, e richiede quindi un tempo più dilatato, e una conseguente necessità di mantenere la fotocamera a lungo in posizione.

Il futuristico apparecchio ha comunque delle notevoli limitazioni rispetto alle più tradizionali macchine fotografiche: la limitata sensibilità alla luce (paragonabile secondo il suo creatore ad un ISO 50), taglia fuori dalle possibilità di fotografie notturne, mentre la portabilità e comodità sono cancellate dalla necessità di alimentazione attraverso una grande batteria e dal collegamento ad un computer per l’avvio della cattura.

Tuttavia,il progetto rimane decisamente interessante, ed apre forse nuovi orizzonti per lo studio di macchine fotografiche ad altissima risoluzione, dimostrando come con un po’ di fai da te si possano talvolta superare anche prodotti professionali.

VIA: Engadget