versaball robot ping pong

Versaball: il robot in grado di battere chiunque… a beer pong! (video)

Leonardo Banchi -

Le evoluzioni effettuate dalla robotica negli ultimi decenni ci hanno ormai abituato a vedere intelligenze artificiali alle prese con qualsiasi lavoro: dagli automi in grado di gestire enormi magazzini, a quelli che si occupano dell’accoglienza negli hotel. Ciò che continua a stupire, però, è la crescente capacità dei robot di destreggiarsi anche negli svaghi tipici degli esseri umani, dimostrando molto spesso di essere più bravi di loro anche in questo settore.

LEGGI ANCHE: Il robot che… No ok, dovete vederlo (video)

Se vi siete stupiti di quando il campione di scacchi Kasparov perse la propria sfida con il software Deep Blue, sviluppato da IBM, ma avete liquidato il tutto pensando che si trattasse solo di una grande abilità nei calcoli, probabilmente dovrete ricredervi adesso guardando il video di Versaball, un automa in grado di battere chiunque in una sfida di beer pong.

Versaball, oltre alla capacità di lanciare una pallina con mirabile precisione, nasconde in realtà molto altro: questo sorprendente braccio robotico è infatti in grado di raccogliere con facilità qualunque tipo di oggetto, spostandolo e riponendolo dove necessario.

Tutto questo è reso possibile da una “mano” composta da una palla morbida, riempita con materiale simile a sabbia: dentro di essa, Versaball soffia poi anche una certa quantità di aria, tale da permettere alla sabbia di muoversi liberamente. Schiacciando la propria mano contro un oggetto, essa assume così esattamente la forma di ciò che deve essere sollevato, che viene mantenuta risucchiando l’aria dall’interno della palla. In questo modo, il robot è libero di spostare qualunque tipo di oggetto, rilasciandolo poi con un nuovo inserimento di aria all’interno della palla.

A seguire trovate un video che mostra il funzionamento di questo arto artificiale. Cosa vi viene in mente pensando ad esso e alle sue possibilità? Credete che ci siano modi più intelligenti di sfruttare questo innovativo sistema di presa, o che con il beer pong si sia già toccato l’apice della robotica? Fatecelo sapere nei commenti!

 

Via: TechCrunch