ford self driving guida notte

Le self-driving di Ford hanno un occhio laser per vederci al buio (video)

Cosimo Alfredo Pina

Sappiamo bene che Ford, forse in vista di una collaborazione con Google, sta lavorando alle sue auto a guida autonoma che già ad inizio anno erano state messe a dura prova su ghiaccio e neve. Ford torna adesso a testare le sue self driving in condizioni difficili, ossia di guida notturna.

Project Nightonomy è infatti l’ultimo esperimento del team dietro alle auto che si guidano da sole di Ford. Come ci mostra il video ufficiale, che trovate anche a fondo articolo, l’auto, grazie al sistema di scansione laser LIDAR, è capace di guidare nella totale oscurità con tanto di fari spenti.

LEGGI ANCHE: Pioggia, neve o ghiaccio: le self-driving di Ford non temono niente

Lo scopo del test è stato infatti non solo mettere in mostra le capacità di guida notturna del sistema, ma anche dimostrare che in caso di malfunzionamenti del sensore basato su telecamera l’auto è in grado di continuare a guidare grazie allo scanner laser.

In effetti più volte Ford ha elogiato i LIDAR di Velodyne, quelli che usa sulle sue Ford Fusion intelligenti, e si dice pronta a portare il suo sistema di guida autonoma ad un livello superiore grazie all’ultima versione dei sensori (Ultra Puck), capaci di vedere fino a 200 metri di distanza.

Via: Re/Code