Volkswagen motore

Nuovi problemi per Volkswagen: alcune Audi truccate per passare i test

Cosimo Alfredo Pina

La questione sul cosiddetto Dieselgate, lo scandalo emerso lo scorso anno relativo alle emissioni truccate per milioni di veicoli del gruppo Volkswagen, è tutt’altro che chiusa e anzi adesso si aggrava con una nuova indagine partita dell’autorità californiana, questa volta incentrata sulle auto a marchio Audi.

La California Air Resources Board avrebbe scoperto che certe auto con trasmissione automatica sarebbero in grado di capire, in base ai movimenti del volante, quando sono sottoposte a test e quindi di entrare in una modalità a bassi regimi, per emettere meno CO2 e altri gas di scarico, come gli NOx al centro del Dieselgate, rispetto a quanto accade durante la guida normale.

LEGGI ANCHE: Il punto sui piani delle case automobilistiche per il futuro elettrico

Questo tipo di tecnologia sarebbe impiegata da anni da Volkswagen, sia su modelli a benzina che diesel, anche sui veicoli commercializzati in Europa. In una mail di risposta all’indagine di Reuters, Volkswagen ha spiegato: “I programmi di cambio adattivo possono portare a risultati inesatti e non riproducibili”.

Per il momento l’azienda ha aperto i fascicoli sul software che anima i suoi cambi automatici all’autorità tedesca, ma non è chiaro quali siano effettivamente i modelli colpiti. The Wall Street Journal ha parlato di “berline top e SUV” e ha spiegato che, come gli ha riportato VW, l’Environmental Protection Agency, agenzia per la protezione ambientale statunitense, sarebbe a conoscenza della questione già da luglio.

La notizia arriva in una fase ancora molto critica per Volkswagen, che nonostante il cambio di vertici si trova ad affrontare una questione molto spinosa e che potrebbe costargli (letteralmente) davvero cara. Nel frattempo i primi richiami sono iniziati anche in Italia, dove, come nel resto d’Europa e a differenza degli USA, non si accenna a rimborsi o bonus per i proprietari delle auto coinvolte.

Via: The VergeFonte: Reuters
  • Gianluca

    Per forza…siamo un popolo di pecore che non contiamo nulla

    • Alberto LXI

      Solo negli USA c’è il rimborso, in Europa no.