WiGig: il Wi-Fi più veloce, da 7 Gbps, sarà su smartphone e notebook del 2017

Cosimo Alfredo Pina

Sono anni che si parla di WiGig, di Wi-Fi 802.11ad e di come questi rivoluzioneranno la connettività a corto raggio. Adesso il tutto sta prendendo una piega molto più concreta visto che la Wireless Gigabit Alliance (appunto WiGig) sta iniziato a certificare i primi prodotti che implementano schede Wi-Fi 802.11ad.

I dispositivi tri-band compatibili con lo standard Wi-Fi 802.11ad funzioneranno, oltre che con i classici protocolli sui 2,4 e 5 GHz, sulle bande dei 60 GHz. Proprio sfruttando quest’ultima tecnologia i gadget compatibili con lo standard potranno comunicare tra loro con velocità di trasferimento fino a ben 7 Gbps, perfetto per lo streaming locale in 4K o addirittura di contenuti VR.

LEGGI ANCHE: I nuovi standard Wi-Fi 802.11 ad, ah e af spiegati

Ci sono però dei limiti. Le onde a 60 GHz hanno scarsissimo potere di penetrazione e si riflettono su gran parte delle superfici; per questo l’uso tra dispositivi 802.11ad è previsto solo nella stessa stanza o in ambienti che permettano l’ottimale propagazione del segnale.

Stiamo già iniziando a vedere i primi dispositivi compatibili con questa standard, ad esempio il nuovo router di Netgear, ma la WiGig, di cui fanno parte un sacco di aziende (Apple, Dell, Cisco, Huawei, Samsung, MediaTek, Qualcomm Atheros, Intel…), spiega che 802.11ad sarà una specifica chiave per i dispositivi consumer del 2017, inclusi ovviamente smartphone e notebook.

Via: The Verge