wi-fi wireless reti final

WiGig: il Wi-Fi più veloce, da 7 Gbps, sarà su smartphone e notebook del 2017

Cosimo Alfredo Pina

Sono anni che si parla di WiGig, di Wi-Fi 802.11ad e di come questi rivoluzioneranno la connettività a corto raggio. Adesso il tutto sta prendendo una piega molto più concreta visto che la Wireless Gigabit Alliance (appunto WiGig) sta iniziato a certificare i primi prodotti che implementano schede Wi-Fi 802.11ad.

I dispositivi tri-band compatibili con lo standard Wi-Fi 802.11ad funzioneranno, oltre che con i classici protocolli sui 2,4 e 5 GHz, sulle bande dei 60 GHz. Proprio sfruttando quest’ultima tecnologia i gadget compatibili con lo standard potranno comunicare tra loro con velocità di trasferimento fino a ben 7 Gbps, perfetto per lo streaming locale in 4K o addirittura di contenuti VR.

LEGGI ANCHE: I nuovi standard Wi-Fi 802.11 ad, ah e af spiegati

Ci sono però dei limiti. Le onde a 60 GHz hanno scarsissimo potere di penetrazione e si riflettono su gran parte delle superfici; per questo l’uso tra dispositivi 802.11ad è previsto solo nella stessa stanza o in ambienti che permettano l’ottimale propagazione del segnale.

Stiamo già iniziando a vedere i primi dispositivi compatibili con questa standard, ad esempio il nuovo router di Netgear, ma la WiGig, di cui fanno parte un sacco di aziende (Apple, Dell, Cisco, Huawei, Samsung, MediaTek, Qualcomm Atheros, Intel…), spiega che 802.11ad sarà una specifica chiave per i dispositivi consumer del 2017, inclusi ovviamente smartphone e notebook.

Via: The Verge
  • LucaMW

    Bha… a me pare una cosa inutile

    • Krait

      ora si, relativamente, ma a lungo termine sarà necessaria, se non obbligatoria:

      con gli smartphone è già un paio d’anni in cui la risoluzione standard per i top di gamma è QHD, quindi l’UHD è lo step successivo

      per molte SmartTV e monitor di fascia alta invece, si potrebbe già definire lo standard

      appena questi prodotti usciranno dalla nicchia per abbracciare il mercato di massa, la maggior parte dei contenuti multimediali verrà proposta nativamente a questa risoluzione, e considerando l’attuale diffusione dei servizi in streaming, le connessioni attuali potrebbe essere limitanti

      ergo, nel futuro più prossimo, probabilmente il tuo giudizio cambierà riguardo i prodotti con tale certificazione

      • LucaMW

        le reti attuali degli operatori italiani reggono a malapena il 4g… è solo perché lo danno con il contagocce!!!

      • claudio ricci

        A lungo termine saremo tutti morti

        • Krait

          Beh, se aspettiamo che certe velocità diventino lo standard in Italia, probabilmente hai ragione tu

  • Psyco98

    Streaming e trasferimento locale di dati ad alta velocità senza cavi.
    Adesso manca una diffusione generale del Gbps (o minimo 100Mb) simmetrico e potremo avere un mondo wireless.
    Mancano solo pochi decenni, se non ci estingueremo prima potremo vederlo già noi.

  • Pol Pastrello

    7Gbps? Ed a cosa lo connetto per ottenere questa velocità incredibile?
    Non avendo una porta in fibra ottica la velocità di trasferimento è più teorica che pratica …

  • claudio ricci

    Ho 3 Mega in casa, 7 giga cosa ci dovrei fare???