Xiaomi cauta: espansione globale ancora lontana

Cosimo Alfredo Pina -

Arriva direttamente dal CEO Lei Jun la conferma che l’espansione di Xiaomi sul mercato globale richiederà tempo. Indizi in questo senso ci sono arrivati durante gli ultimi mesi e, più recentemente, con l’assenza di Xiaomi al MWC 2017.

Il dirigente, parlando durante l’annuale Assemblea nazionale del popolo, ha spiegato che “ci vuole tempo e risorse per capire ed entrare in un nuovo mercato, a causa dei diversi ambienti culturali, legali e differenze di mercato. Un’espansione frettolosa causerebbe molti problemi”.

Comunque queste affermazioni non sono da leggere come una chiusura assoluta dell’azienda. Lei Jun ha infatti continuato: “l’India è un buon esempio di un’esperienza di espansione positiva e Xiaomi inizierà guardando ai mercati più vicini, per poi raggiungere quelli occidentali”.

EDITORIALE: Cara Xiaomi ti scrivo

In effetti in due anni Xiaomi ha scalato la classifica dei rivenditori di smartphone in India, raggiungendo le prime cinque posizioni. In occasione dell’Assemblea Jun ha auspicato che le autorità governative aiutino le aziende come Xiaomi, nello specifico con agenzie all’estero, nell’affrontare nelle delicate fasi di espansione.

Ci vorrà quindi ancora un po’ prima di poter acquistare tutta la gamma Xiaomi nel negozio sotto casa. C’è comunque da dire che negli ultimi anni acquistare prodotti dell’azienda anche dall’Italia è sempre più facile, grazie sia ai rivenditori locali che ai vari “Amazon cinesi” che spediscono con facilità un po’ in tutto il mondo.

Via: gizmochina.comFonte: chinadaily.com.cn