xiaomi final

Ricavi appiattiti nel 2015 di Xiaomi: obiettivo mancato di 3,5 miliardi di euro

Cosimo Alfredo Pina

Fondata nel non troppo lontano 2010, Xiaomi ha cavalcato il mercato degli smartphone (e non solo) figurando tra i primi cinque produttori al mondo e raggiungendo un valore di ben 45 miliardi di dollari. Nonostante questo il suo 2015 non è stato dei più brillanti.

Stando alle cifre riportate da Fortune, il reddito del colosso cinese dell’anno scorso ammonterebbe a 78 miliardi di yuan, circa 10,5 miliardi di euro, con una crescita del 5% rispetto al 2014, sotto tono rispetto a quanto previsto da Xiaomi stessa.

L’obiettivo per il 2015 era infatti di 100 miliardi di yuan, circa 14 miliardi di euro. Xiaomi è poi intervenuta in seguito alla pubblicazioni di questi dati, smentendo la validità dei dati sui ricavi.

“Non abbiamo mai condiviso i valori sui ricavi e non siamo in grado di commentarli. Quello che abbiamo pubblicato è il fatto di aver venduto più di 70 milioni di smarphone nel 2015 nonostante il rallentamento del mercato.”

Si tratta comunque di meno di quanto preventivato, ossia 100 milioni di unità, dato che si aggiunge a quello (non confermato) di entrate di quasi 500 milioni di dollari in meno anche su servizi e legati ad internet, app e giochi.

LEGGI ANCHE:  Questo piccolo cubo di Xiaomi è un telecomando “magico”

Insomma il 2015 di Xiaomi non sembra essere stato dei più brillanti; forse è proprio per questo che praticamente ogni settimana l’azienda sta lanciando sul mercato prodotti di ogni tipo, dalla bicicletta all’appena annunciato drone.

Via: PhoneArenaFonte: Fortune