HOMEFRONT

10 cose da sapere su Homefront: The Revolution

Giorgio Palmieri - Non c’è spazio solo per Uncharted 4 e Doom nel mese di maggio. Scopriamo insieme l'interessante Homefront: The Revolution, presto in uscita su PS4, Xbox One e PC.

Instaurare un nuovo ordine sociale capace di valorizzare il popolo in quanto tale non è sempre un’operazione da poter attuare con le buone. Così nasce la necessità di creare un movimento organizzato, violento, capace di stravolgere le regole. Homefront: The Revolution, guarda caso, vi cala nel bel mezzo di una vera e propria rivoluzione, in cui sarete attivi partecipi. Ecco una lista delle cose più importanti da sapere su questa nuova produzione targata Deep Silver.

Le origini

Homefront: The Revolution è il seguito di Homefront, titolo messo in commercio dalla ormai defunta THQ nel 2011. Il prodotto ricevette un’accoglienza tutto sommato tiepida, ma l’aspetto senz’altro più riuscito, oltre al suo notevole comparto online, era il contesto storico piuttosto originale, nonché di sicuro impatto. The Revolution cerca quindi di puntare molto sulla campagna in singolo giocatore, che si collocherà quattro anni dopo gli eventi del primo episodio.

Lo sviluppo

Il predecessore era stato sviluppato da Kaos Studios, studio celebre per aver dato vita a Desert Combat, la mod più famosa di Battlefield 2. La società è stata chiusa dopo il fallimento di THQ, proprio mentre stava sviluppando il sequel di Homefront. Pertanto la palla è passata prima a Crytek UK (un tempo nota come Free Radical, sviluppatrice di Time Splitters), e solo dopo a Dambuster Studios, team interno di Deep Silver relativamente nuovo (è stato fondato nel 2014, e Homefront: The Revolution è il primo progetto). Speriamo solo che questo ciclo turbolento non abbia influito negativamente sulla qualità del prodotto finale.

La trama

Una realtà storica alternativa completamente reinventata che risale alle ceneri della Guerra di Corea avvolge l’universo di gioco, ambientato nel 2029, che segue l’ascesa di una superpotenza mondiale, la coreana APEX Corporation, pronta ad invadere un’America in condizioni critiche. Il gioco si focalizzerà principalmente sulla città di Filadelfia e sulla seconda ribellione guidata dal leader Parrish, mentre il giocatore vestirà i panni del membro più giovane del gruppo, Ethan “Birdy” Brady.

Libertà

A differenza del precedente capito, che presentava dei livelli molto lineari, The Revolution potrà vantare su una struttura a mondo aperto. Ciò significa che i giocatori potranno scorrazzare liberamente per la città, elemento che darà vita a nuovi approcci di gioco. Gli sviluppatori hanno dichiarato che esplorare l’ambiente sarà fondamentalmente per la raccolta di oggetti al fine di realizzare nuove armi.

Quartieri

Filadelfia sarà divisa in tre zone: la rossa, dove avvengono gli scontri a fuoco più feroci; la gialla, la dimora degli americani i cui controlli effettuati dal regime sono serratissimi, rendendo miserabile la vita delle persone; infine c’è la zona verde, dove le forze di occupazione hanno istituito il loro quartier generale.

Equipaggiamento

L’esercito coreano è armato fino ai denti, e le loro armi tecnologicamente avanzate sono protette da un sistema di sicurezza che ne impedisce l’utilizzo alla resistenza, la quale dovrà affidarsi ad un armamentario più raffazzonato rispetto a quello avversario. Nel gioco, infatti, sarà dato ampio spazio alla personalizzazione, cosa che garantirà di modellare diverse strategie secondo il proprio stile di gioco.

Cooperativa

L’offerta contenutistica vanta anche la Resistance Mode, una componente online cooperativa slegata dalla campagna. Un team di massimo quattro giocatori dovrà avventurasi lungo 12 missioni nel tentativo di indebolire l’esercito coreano. Si sale di livello, si ottengono abilità, armi e vestiario, insomma, si tratta di una modalità a sé stante che promette davvero bene.

Lato competitivo

Dambuster Studios ha dichiarato che non sarà possibile sfidarsi in match competitivi vista l’assenza totale di ogni forma di esperienza PvP.

DLC e acquisti in-app

Verranno resi disponibili due tipi di contenuti aggiuntivi nel corso dell’anno: delle espansioni a pagamento per la campagna, e ulteriori missioni (almeno 8) per la modalità cooperativa. Queste ultime, tuttavia, saranno gratuite. Sarà possibile comunque acquistare della valuta aggiuntiva, totalmente secondaria, per comprare più oggetti di personalizzazione nella Resistance Mode.

Uscita

L’arrivo nei negozi di Homefront: The Revolution è previsto per il 20 maggio su PlayStation 4, PC Windows e Xbox One. Le versioni Mac e Linux sono attualmente in lavorazione. Ecco le edizioni prenotabili su Amazon:

Copia Standard

Esclusiva Amazon con Steelbook

Edizione per Collezionisti

Questa speciale versione include:

  • Drone radiocomandato – Replica in scala del “Goliath” con fanali funzionanti e sospensioni a sei ruote
  • Metal Box Esclusiva e “Revolutionary Spirit Pack”
  • Artbook da 32 pagine: con bozzetti relativi alla Resistenza e diagrammi che illustrano le tecnologie di armi e veicoli Apex
  • The Revolution Expansion: che garantirà l’accesso a favolose espansioni per giocatore singolo

Homefront