5 giochi che vogliamo su Super Nintendo Mini

Lorenzo Delli -

Se il trademark registrato a dicembre da Nintendo non fosse stato sufficiente a dimostrare l’arrivo di una versione Mini di Super Nintendo, l’ulteriore leak di oggi pomeriggio (19 aprile 2017) dovrebbe essere sufficiente a darci la conferma. Sull’onda del successo del Mini NES, il colosso nipponico si sta preparando a lanciare anche Mini SNES, la versione compatta della celebre console che all’epoca ospitò titoli del calibro di Super Mario Kart, Donkey Kong Country, Super Metroid, A Link to the Past e tantissimi altri.

Super Nintendo è di fatto una delle console più celebri tra quelle firmate Nintendo, ma non è certo tra le più vendute. NES, Nintendo Entertainment System, riuscì a vendere di più (61,91 milioni contro i “soli” 49,10 milioni di SNES), e a dirla tutta persino Nintendo Wii è riuscita a fare di meglio.

LEGGI ANCHE: Le 10 console più vendute di sempre

L’opportunità quindi di mettere le mani su una console così famosa ma neanche troppo diffusa è più golosa che mai. Di seguito abbiamo raccolto cinque dei giochi appartenenti alla line-up di SNES che vorremmo vedere, e di conseguenza giocare, nella nuova incarnazione “Mini” che Nintendo ha in programma di lanciare entro la fine dell’anno. Vi aspettiamo nei commenti con la vostra personale top 5!

Stunt Race FX

Stunt Race FX è un gioco che difficilmente qualcuno di voi ricorderà. Probabilmente non è il gioco più bello che abbia mai giocato sul mio Super Nintendo ma comunque è il primo che mi viene in mente quando penso a quella console. Era un gioco di guida, uno dei pochi generi che ho continuato a giocare negli anni, che vi metteva al volante di una ridotta selezione di auto poligonali con gli occhi (già) fuori dal corpo stesso dell’auto. Erano disponibili varie modalità di gioco, ma in generale si trattava semplicemente di finire il tracciato per primo.

Una delle cose che più stupiva al tempo era la grafica. Avevamo infatti a che vedere con una delle prime grafiche 3D per console e questo era possibile solo grazie al chip Super FX presente all’interno della cartuccia stessa del gioco e che permetteva di renderizzare tutti quei poligoni. E pensate che il gioco era così complesso che la schermata era relegate all’interno di un riquadro più piccolo. Altrove trovavate i dati della corsa.

Emanuele Cisotti

Donkey Kong Country

Donkey Kong Country è il gioco con la grafica più incredibile mai vista. Le animazioni dei protagonisti sono al limite del fotorealismo, impareggiabili ed impareggiate dagli altri titoli Nintendo. Le dinamiche di gioco poi sono divertentissime, con i due protagonisti che si alternano dandosi il cinque, ed i loro versi scimmieschi perfettamente riprodotti. Ma ve l’ho detto quanto è incredibile la grafica. Se penso a Mario sembra un gioco di secoli fa su un’altra console.

E poi ci sono tantissimi segreti da scoprire e completare il gioco al 100% è quasi impossibile, rendendo la rigiocabilità di questo platform quasi infinita. E tutto ciò senza scomodare l’ottimo level design, che confeziona schemi molto diversi, da affrontare con l’uno o l’altro dei protagonisti a seconda del caso, e l’altrettanto ottimo character design, che vede nei nemici la stessa cura con la quale sono stati realizzati i protagonisti.

Donkey Kong Country è insomma lo stato dell’arte dei videogiochi, e guardandolo ci si accorge che è praticamente impossibile che in futuro qualcuno possa mai fare di meglio.

Nicola Ligas (quando era molto più piccolo)

Plok

Tutti abbiamo giocato a Super Mario che da sempre domina la scena Nintendo. Di platform belli per lo SNES ce ne sono stati anche tanti altri e tra questi uno degno di nota è senz’altro Plok. Non sarà famoso come Kirby o simili, ma le avventure del simpatico omino rosso che “spara” pugni e calci hanno davvero qualcosa di magico.

La meccanica di gioco di base è piuttosto convenzionale, ma la grafica coloratissima, un level design piuttosto articolato, con tanto di aree segrete, ed una colonna sonora spettacolare lo rendono un cult. Sarà difficile vederlo sul nuovo Mini SNES, anche se non ci dispiacerebbe affatto.

Questa volta però aggiungeteci dei punti di salvataggio, perché era davvero difficile e ogni volta che si spegneva il Nintendo si doveva ripartire da capo. Se non ci avete mai giocato date un’occhiata al gameplay qui sotto.

Cosimo Alfredo Pina Lari

Final Fantasy VI

La saga di Final Fantasy ha scandito decenni di industria videoludica e su SNES troviamo uno dei capitoli più incredibili (specialmente se comparato ai giochi dell’epoca!): Final Fantasy VI.

In questa piccola perla troviamo ben 14 personaggi giocabili (di cui 4 completamente opzionali), una trama davvero complessa e uno degli antagonisti più riusciti che la mia carriera videoludica ricordi, Kefka. FFVI era un gioco talmente avanti nel 1994 che anche rigiocarlo adesso, più di 20 anni dopo, sarà sempre una grande emozione.

Giuseppe Tripodi

The Legend of Zelda: A Link to the Past

Come dissi una volta in occasione di un vecchio editoriale, ai tempi di Super Nintendo Entertainment System ero un convinto fautore della PC Master Race. In realtà nel 1992, data di uscita per l’Europa di The Legend of Zelda: A Link to the Past, non avevo neanche 6 anni, e me ne fregavo altamente di console war e simili. Purtroppo però mi persi uno di quei titoli che viene definito non solo come uno dei migliori capitoli della saga di The Legend of Zelda, ma come uno dei più grandi videogiochi di tutti i tempi.

Da appassionato di videogiochi vorrei quindi togliermi lo sfizio di provarlo con mano più o meno con le stesse modalità di oltre 20 anni fa, anche se non è affatto banale avvicinarsi a titoli di questo calibro dopo così tanti anni dalla loro uscita. Nel frattempo i videogiochi hanno fatto passi da gigante: basta vedere come si è evoluta la saga di Zelda, con la sua ultima incarnazione intitolata The Legend of Zelda: Breath of the Wild tanto apprezzata dalla stampa specializzata e dal pubblico pagante. Un occhio al passato comunque non fa mai male, anzi!

Lorenzo Delli

  • MeneS

    Chrono Trigger!!!!!

    Chrono!!!!!!

    😛

  • Andrea Carissimi

    Donkey Kong Country: “completare il gioco al 100% è quasi impossibile”.

    Noob.

  • Il pacco quotidiano

    Si ma legend of the mystical ninja dov’è?