Abbiamo provato Indivisible, e ce ne siamo innamorati (anteprima)

Giorgio Palmieri

Anteprima IndivisiblePer colpa di qualcuno, le campagne di crowdfunding vivono più di scetticismo che altro, specie quelle che coinvolgono nomi importanti dal mondo dell’intrattenimento.

Il progetto di cui vi parliamo oggi, però, non lascia troppo spazio alle parole e alle promesse, e preferisce puntare ai fatti: si chiama Indivisible, proviene dalle mani dei talentuosi Lab Zero Games (i creatori del bellissimo picchiaduro Skullgirls) ed è già stato finanziato con successo su Indiegogo, la cui raccolta fondi è stata aiutata dall’investimento del noto editore 505 Games.

LEGGI ANCHE: Il Pro Controller economico per Nintendo Switch, la nostra prova

L’uscita è prevista per il 2018, ma il team di sviluppo ha ben pensato di preparare un piccolo aperitivo: una bella versione dimostrativa per i finanziatori, della quale vi riportiamo le nostre impressioni a caldissimo.

Editore 505 Games
Sviluppatore Lab Zero Games
Piattaforme PS4, XB1, PC, Switch
Genere Gioco di ruolo
Modalità di gioco Singolo giocatore

Qualcuno ha detto Valkyrie Profile?

Più che una demo, quella su cui abbiamo messo le mani è una sorta di versione preliminare, un prototipo per l’esattezza, che ci ha permesso di dare uno sguardo alle meccaniche che andranno poi a comporre il prodotto finale della creatura di Lab Zero Games. In buona sostanza, Indivisible è un gioco di ruolo ibrido, dove le dinamiche platform sostengono l’esplorazione, mentre i combattimenti si rifanno al classico sistema a turni, ma solo in superficie.

Non appena si tocca un nemico sulla strada, la sequenza di lotta comincia immediatamente, senza alcun caricamento: il gruppo è composto da quattro alleati, ciascuno dei quali è collegato ad un tasto del controller (quadrato, triangolo, cerchio e croce su PlayStation 4). La pressione di uno dei quattro pulsanti fa attaccare il personaggio corrispondente al costo di una unità, la quale si ricarica nel tempo; in più, si aggiunge la possibilità di inanellare combo, oltre a quella di effettuare mosse differenti accompagnando la pigiatura del tasto con una freccia direzionale.

Ogni attacco incrementa la barra degli Iddhi, i quali servono per eseguire supermosse e, soprattutto, per difendersi. Infatti, ogni volta che un avversario cercherà di colpire uno dei membri del team, il pulsante d’attacco sarà sostituito da quello difesa, e bisognerà schiacciarlo al volo per parare il colpo. Le prese, invece, vanno contrattaccate premendo il tasto di difesa poco prima che l’avversario vi prenda.

Al momento, Indivisible è totalmente privo di interfaccia e, dunque, c’è bisogno di imparare a memoria gli effetti delle varie mosse. Ciò nonostante, i combattimenti si sono dimostrati estremamente divertenti, oltre che dinamici, attraverso un sistema a turni svecchiato e in formissima. L’elemento platform è lieve, poco invadente per così dire, ma gradito e ben fatto: i controlli sono ottimi, e la nostra protagonista può spiccare enormi balzi, seguiti da una spinta quando si sfiora una parete, e può persino aggrapparsi utilizzando la sua fida ascia da guerra. I livelli sembrano seguire una struttura in stile metroidvania, con stanze collegate a loro volta da scorciatoie.

Per il resto, gli altri aspetti della demo risultano abbastanza abbozzati per parlarvene in modo approfondito. Non c’è nemmeno l’ombra di una progressione vera e propria, e della storia non viene accennato alcunché. Si riesce però a provare buona parte del cast dei personaggi, ognuno dei quali vanta un’ottima caratterizzazione stilistica. Le animazioni sono meravigliose, così come la grafica tridimensionale delle ambientazioni: in tutta franchezza, le location della versione dimostrativa non spiccavano in quanto a complessità strutturale, ma tirare le somme, adesso, non ha alcun senso. Perché, lo ribadiamo, quello che abbiamo provato è solo un assaggio, della durata di circa un’oretta, di un progetto ancora lontano dalla sua piena realizzazione.

I presupposti per una grande avventura ci sono tutti, dalla dicotomia vincente della giocabilità, al già adorabile carisma della produzione: speriamo solo ci sia una grande trama dietro al bellissimo palco. La data di uscita di Indivisible è prevista per l’autunno del 2018 su Nintendo Switch, PS4, Xbox One e PC. Potete già effettuare il pre-ordine del gioco sul sito ufficiale (29,99€ per l’edizione standard digitale, 59,99€ per quella fisica speciale). Se questa breve prova in sua compagnia ci ha fatto già innamorare, non osiamo immaginare ciò che farà il gioco completo. Tenerlo d’occhio è un imperativo.

Anteprima Indivisible – Trailer

Anteprima Indivisible – Screenshot