Batman Telltale 2 (1)

Batman: The Telltale Series Ep. 2 – M’attacco ai droni (recensione)

Giorgio Palmieri -

Recensione Batman: The Telltale Series Episodio 2 – È tempo di tornare sui nostri passi con il continuo dell’avventura di Batman firmata Telltale dopo un’attesa durata circa due mesi. Ci eravamo infatti lasciati con un colpo di scena che aveva messo in dubbio le origini della famiglia Wayne, cosa che pare essere il punto centrale su cui orbita l’intera trama. Andiamo quindi a scoprire cosa ha combinato Telltale con il secondo episodio del Cavaliere Oscuro, intitolato I Figli di Arkham.

Questa analisi contiene piccoli spoiler sul primo episodio utili a contestualizzare il testo. Pertanto, vi consigliamo prima di giocarlo con tranquillità prima di continuare con la lettura della recensione.

LEGGI ANCHE: Batman: The Telltale Series – Recensione Ep. 1

Video recensione Batman: The Telltale Series Ep. 2

I concetti espressi nella seguente recensione sono racchiusi nel video a seguire, con tanto di video di gameplay tratti dalle nostre sessioni di gioco su Xbox One. Le scene cercano di ridurre al minimo il rischio di anticipazioni non volute.

Scheletri nell’armadio

Questo secondo appuntamento non poteva cominciare in maniera più intensa: la sequenza iniziale si apre infatti con Crime Alley, luogo iconico su cui si è consumata la tragedia dei Wayne.

Batman Telltale 2 (6)

Come direbbe Joker, basta una giornata storta per trasformare il migliore degli uomini in un folle, e quel brutto giorno è stato ripreso con grande maestria dal team americano, in una scena che alterna presente e passato senza risultare inutilmente ripetitiva e stucchevole. Da lì in poi, si susseguiranno senza sosta una serie di eventi che incolleranno il giocatore allo schermo, pieni di tocchi di classe registici e spunti imprevedibili che, in tutta franchezza, non ci aspettavamo affatto, malgrado la trama in questo episodio sia molto più fedele all’universo dell’uomo pipistrello rispetto al precedente.

La direzione intrapresa da questo filone narrativo continua quindi a mettere un po’ da parte la storia di Gotham per dare ampio spazio al personaggio di Bruce, e il secondo episodio ne è l’ennesima conferma. La pressione mediatica e le sue conseguenze, le decisioni che modificano il rapporto con i personaggi e soprattutto la continua lotta interiore ed esteriore per la scoperta di quello che si cela dietro la figura di Thomas Wayne, saranno i temi principali, e l’abilità di Telltale nel sapere intersecare tra loro questi elementi narrativi è davvero notevole. La scrittura, tra l’altro, si è dimostrata ancora più avvincente, impreziosita da scelte stilistiche a dir poco azzeccate.

Batman Telltale 2 (3)

La storia quindi merita di essere assaporata perché, come ripetuto più volte, finalmente abbiamo tra le mani un videogioco che ci fa impersonare Bruce Wayne, oltre che Batman: più profondità emotiva e meno ossa rotte, certo, e un po’ dispiace, ma credeteci quando vi diciamo che non vediamo l’ora di vedere come andrà a finire.

La longevità di questo secondo episodio però è incredibilmente minore rispetto al già breve primo capitolo, ed infatti I Figli di Arkham sfiora solo l’ora e mezza. Il tutto finisce troppo in fretta, sebbene il ritmo sia serratissimo dall’inizio alla fine. Tuttavia, abbiamo notato una maggiore attenzione alla coreografie dei combattimenti, anche se sono sempre limitati dalla sostenuta presenza di quick time event. L’esplorazione, inoltre, è ridotta all’osso: capiamo l’esigenza di non voler appesantire la narrazione, ma il livello di sfida e di interazione nel gameplay è molto basso, anche fin troppo se paragonato alle precedenti produzioni a opera della stessa azienda.

Batman Telltale 2 (4)

Chiude il cerchio il comparto tecnico, che su Xbox One ora risulta essere più stabile se paragonato alla prima, claudicante versione, ma il costante aliasing, un frame-rate inspiegabilmente ballerino e delle animazioni molto spesso macchinose sporcano un quadro visivo altrimenti accattivante, afflitto da tenaci impuntamenti.

Giudizio Finale

Il secondo episodio del Batman in chiave Telltale prosegue quella che è la sua naturale evoluzione, su una strada piena di spunti avvincenti. La storia, profonda e scritta con cognizione di causa, intrattiene e cerca di nascondere la debolezza del gameplay, riuscendoci la maggior parte delle volte. L’eccessiva brevità di questo I Figli di Arkham, però, mette in luce i problemi del modello di business intrapreso da Telltale: la troppa attesa tra un capitolo e l’altro può uccidere l’interesse anche di chi, come noi, lo sta apprezzando moltissimo.

PRO CONTRO
  • Intenso, dall’inizio alla fine
  • La regia sfoggia tocchi di classe
  • Finisce in un soffio
  • Problemi tecnici a iosa (su Xbox One)

Batman: The Telltale Series Ep. 2 – Trailer

Batman: The Telltale Series Ep. 2 – Screenshot

  • HabemusFerdo

    Della versione Android non abbiamo notizie?

    • Non ancora, ma monitoriamo costantemente la situazione.