E alla fine, Battleborn diventa davvero free-to-play (video)

Giorgio Palmieri

Battleborn è stato schiacciato dalla potenza di Overwatch, questo è innegabile, ma ciò non significa che sia meno prestante.

Uscito nel maggio del 2016, l’ultima fatica di Gearbox non ha fatto breccia nel cuore dei videogiocatori come sperato, motivo per il quale è rimasto un po’ indietro rispetto ad altri giochi dello stesso genere. Ciononostante, la società statunitense, madre di Borderlands, non si è persa d’animo, e ha aggiornato la sua creatura con una certa costanza, cercando di mantenerla sempre fresca e appetibile alla comunità.

LEGGI ANCHE: Battleborn si rifà il trucco

Oggi, però, Gearbox tenta l’ultima mossa: Battleborn infatti diventa in data odierna un prodotto free-to-play a tutti gli effetti. Ogni giocatore può scaricarlo e giocare alla modalità multiplayer senza particolari limiti pesanti, ed eventualmente potrà supportare la società acquistando il gioco completo, che include una modalità storia, o usufruendo degli acquisti in-app.

Coloro che hanno già una copia di Battleborn, verranno ricompensati con della valuta extra, skin personalizzate e molto altro. La versione gratuita è già disponibile su PC e Xbox One, mentre quella per PS4 arriverà il 13 giugno.