Drago d'Oro

Drago d’Oro 2016: tutte le nomination del premio italiano per i videogiochi

Lorenzo Delli

Così come il Golden Joystick Awards o il BAFTA Video Games Awards, anche il Drago d’Oro sta diventando una vera e propria tradizione per quanto riguarda il mondo dei videogiochi e l’ecosistema italiano che gravita intorno a loro.

Il Drago d’Oro nasce per premiare i migliori videogiochi dell’anno, con ben 19 categorie ed altrettanti premi, più una sezione specifica denominata Drago d’Oro Italiano che assegna 4 diversi premi alle eccellenze dei videogiochi “Made in Italy“.

I vincitori dei tanti premi in palio sono già stati decisi da una giuria altamente qualificata, ma i vincitori saranno svelati solo questo 9 marzo a Roma. Nell’attesa dell’annuncio dei vincitori e della premiazione ufficiale, diamo un’occhiata ai nominati di questo 2016 a partire proprio dalle eccellenze italiane, raccolte nel seguente sotto menu.

MIGLIOR VIDEOGIOCO ITALIANO

In Verbis Virtus – Indomitus Games
N.E.R.O.: Nothing Ever Remains Obscure – Storm in a Teacup
RIDE – Milestone
The Body Changer – TheShortAndTheTall
Venti Mesi – We Are Müesli

MIGLIOR REALIZZAZIONE TECNICA

Blockstorm – GhostShark Games
In Verbis Virtus – Indomitus Games
Legendary Knight – Naps Team
N.E.R.O.: Nothing Ever Remains Obscure – Storm in a Teacup
RIDE – Milestone

MIGLIOR GAME DESIGN

Doom & Destiny Advanced – Heartbit Interactive
In Verbis Virtus – Indomitus Games
N.E.R.O.: Nothing Ever Remains Obscure – Storm in a Teacup
RIDE – Milestone
Volvox – Neotenia

MIGLIOR REALIZZAZIONE ARTISTICA

N.E.R.O.: Nothing Ever Remains Obscure – Storm in a Teacup
Song of Pan – Balzo
The Body Changer – TheShortAndTheTall
Venti Mesi – We Are Müesli
Wheels of Aurelia – Santa Ragione

Videogioco dell’anno

Procediamo con alcuni dei più importanti premi che verranno assegnati in questa edizione 2016 del Drago d’Oro, a partire dal Videogioco dell’anno tra cui si annoverano nomi altisonanti quali Fallout 4, The Witcher 3, Metal Gear Solid V e persino un gioco che deve parte del suo successo alla piattaforma mobile, Her Story.

  • Batman: Arkham Knight – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Bloodborne – Sony Computer Entertainment
  • Fallout 4 – Bethesda (Distribuito da Koch Media)
  • Her Story – Sam Barlow
  • Life Is Strange – Square Enix (Distribuito da Koch Media)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain – Konami (Distribuito da Halifax)
  • Ori and the Blind Forest – Microsoft
  • Rise of the Tomb Raider – Microsoft
  • Splatoon – Nintendo
  • The Witcher 3: Wild Hunt – Bandai Namco Entertainment

Miglior app

C’è anche una sezione dedicata ai migliori giochi per dispositivi mobili dell’anno. Figura nuovamente Her Story e anche il gestionale mobile di Bethesda, Fallout Shelter, Lara Croft GO di Square Enix, Downwell e Pac-Man 256.

Nomination tecniche

Nel seguente sotto menu trovate altre nomination comprese quelle per la migliore colonna sonora, per il miglior gameplay e per il gioco più innovativo.

MIGLIOR COLONNA SONORA

  • Bloodborne – Sony Computer Entertainment
  • Life Is Strange – Square Enix (Distribuito da Koch Media)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain – Konami (Distribuito da Halifax)
  • Ori and the Blind Forest – Microsoft
  • The Witcher 3: Wild Hunt –Bandai Namco Entertainment

MIGLIOR GAMEPLAY

  • Bloodborne – Sony Computer Entertainment
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain – Konami (Distribuito da Halifax)
  • Rocket League – Psyonix
  • Splatoon – Nintendo
  • Super Mario Maker – Nintendo

MIGLIOR GRAFICA

  • Assassin’s Creed Syndicate – Ubisoft
  • Batman: Arkham Knight – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Star Wars Battlefront – Electronic Arts
  • The Order 1886 – Sony Computer Entertainment
  • The Witcher 3: Wild Hunt – Bandai Namco Entertainment

MIGLIOR PERSONAGGIO

  • Geralt di Rivia (The Witcher 3: Wild Hunt) – Bandai Namco Entertainment
  • Joker (Batman: Arkham Knight) – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Lara Croft (Rise of the Tomb Raider) – Microsoft
  • Maxine Caulfield (Life Is Strange) – Square Enix (Distribuito da Koch Media)
  • Quiet (Metal Gear Solid V: The Phantom Pain) – Konami (Distribuito da Halifax)

MIGLIOR SCENEGGIATURA

  • Batman: Arkham Knight – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Her Story – Sam Barlow
  • Life Is Strange – Square Enix (Distribuito da Koch Media)
  • The Witcher 3: Wild Hunt – Bandai Namco Entertainment
  • Until Dawn – Sony Computer Entertainment

VIDEOGIOCO PIÙ INNOVATIVO

  • Her Story – Sam Barlow
  • Life Is Strange – Square Enix (Distribuito da Koch Media)
  • Rocket League – Psyonix
  • Splatoon – Nintendo
  • Super Mario Maker – Nintendo

Nomination per generi

Ci sono anche le nomination per alcuni dei generi più famosi del mondo videoludico. Scopriamole insieme.

MIGLIOR VIDEOGIOCO DI AZIONE / AVVENTURA

  • Assassin’s Creed Syndicate – Ubisoft
  • Batman: Arkham Knight – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Dying Light – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain – Konami (Distribuito da Halifax)
  • Rise of the Tomb Raider – Microsoft

MIGLIOR VIDEOGIOCO DI CORSE

  • DiRT Rally – Codemasters
  • FAST Racing Neo – Shin’en Multimedia (Distribuito da Nintendo)
  • Forza Motorsport 6 – Microsoft
  • Need for Speed – Electronic Arts
  • Project Cars – Bandai Namco Entertainment

MIGLIOR VIDEOGIOCO DI RUOLO

  • Bloodborne – Sony Computer Entertainment
  • Fallout 4 – Bethesda (Distribuito da Koch Media)
  • Pillars of Eternity – Paradox Interactive (Distribuito da Koch Media)
  • The Witcher 3: Wild Hunt – Bandai Namco Entertainment
  • Xenoblade Chronicles X – Nintendo

MIGLIOR VIDEOGIOCO DI STRATEGIA

  • Anno 2205 – Ubisoft
  • Cities: Skylines – Paradox Interactive (Distribuito da Koch Media)
  • Might & Magic Heroes VII – Ubisoft
  • StarCraft II: Legacy of the Void – Blizzard Entertainment
  • Total War: Attila – SEGA (Distribuito da Halifax)

MIGLIOR VIDEOGIOCO INDIE

  • Axiom Verge – Thomas Happ Games LLC
  • Downwell – Devolver Digital
  • Her Story – Sam Barlow
  • Rocket League – Psyonix
  • Undertale – Toby Fox

MIGLIOR VIDEOGIOCO PER LA FAMIGLIA

  • Disney Infinity 3.0 – The Walt Disney Company Italia
  • Just Dance: Disney Party 2 – Ubisoft
  • LEGO Jurassic World – Warner Bros. Entertainment Italia
  • Skylanders SuperChargers – Activision Publishing Inc
  • Yoshi’s Woolly World – Nintendo

MIGLIOR VIDEOGIOCO PLATFORM

  • Captain Toad: Treasure Tracker – Nintendo
  • Ori and the Blind Forest – Microsoft
  • Super Mario Maker – Nintendo
  • Tembo the Badass Elephant – SEGA
  • Yoshi’s Woolly World – Nintendo

MIGLIOR VIDEOGIOCO SPARATUTTO

  • Call of Duty: Black Ops III – Activision Publishing Inc
  • Halo 5: Guardians – Microsoft
  • Splatoon – Nintendo
  • Star Wars Battlefront – Electronic Arts
  • Tom Clancy’s Rainbow Six Siege – Ubisoft

MIGLIOR VIDEOGIOCO SPORTIVO

  • FIFA 16 – Electronic Arts
  • NBA 2K16 – 2K (Distribuito da Cidiverte)
  • PES 2016 – Konami (Distribuito da Halifax)
  • Rocket League – Psyonix
  • WWE 2K16 – 2K (Distribuito da Cidiverte)

Premio Speciale del Pubblico

Sì, c’è anche un premio speciale del pubblico. Avete tempo fino a questo 9 marzo per votare una selezione dei migliori titoli dell’anno: trovate il form per il voto a questo link. Appuntamento al 9 marzo quindi con i vincitori del premio dei videogiochi italiani!

  • Alex Jin

    Sempre i soliti giochi, non é che fate conoscere quelli che non arrivano sulla home del Play Store, no solo quelli che hanno i soldini e che fanno diventare i giochini di… In Top Game, Cambiate sto format da paracul.
    Midispiace che un grande sito come il vostro non si distingue da gli altri.

    • Ma di che format parli? Queste sono le nomination di un concorso nazionale, mica li diamo noi i premi

      • Alex Jin

        Non parlavo di questo articolo ma in generale, vedo sempre gli stessi giochi in quasi tutti gli articoli.

        • LOL. Ok 😀

          • Alex Jin

            Idem

    • Aranel

      XD

    • Anche se non ho ben capito a cosa ti riferisci, comunque ciò non è assolutamente vero, visto che parliamo DA SEMPRE anche di titoli minori, anzi, cerchiamo di coprire tutto il mobile gaming. Accettiamo le critiche ma non quelle infondate e soprattutto non vere.

  • Danziger

    Personalmente continuo a pensare che un concorso italiano dovrebbe premiare solo sviluppatori italiani, ed eventualmente avere un categoria per i giochi stranieri.

    • Beh, secondo questo principio allora tutti i premi internazionali dovrebbero premiare solo giochi della loro nazione di origine. Già il fatto che ci siano 4 premi per le eccellenze italiane mi pare sia un gran punto a favore 🙂 considera poi che le varie software house sono ampiamente rappresentate in Italia ed è giusto, almeno secondo il mio punto di vista, che ricevano premi a seconda del gradimento italiano.