Injustice 2: il picchiaduro che si crede un gioco di ruolo (anteprima)

Lorenzo Delli -

Anteprima Injustice 2 – A Milano si è tenuta l’anteprima italiana di Injustice 2, il nuovo picchiaduro firmato Warner Bros. sviluppato da NetherRealm Studios, la software house che si è occupata del primo capitolo della serie nonché quella che ha preso il posto della storica Midway Games. Ed Boon, il creatore di Mortal Kombat, tira ancora le redini della software house, e anche in Injustice 2 si può notare senza troppi sforzi il suo influsso.

Proprio uno degli sviluppatori del titolo, Derek Kirtzic, ci ha illustrato quali sono le novità di questo secondo, promettente capitolo, ponendo particolare enfasi sul così detto “Gear System” e sulle conseguenze che avrà sul gameplay. Prima di dare una sbirciata alle novità, parliamo un attimo della trama. Qui di seguito trovate la nostra video anteprima, dove riassumiamo i concetti espressi nei seguenti paragrafi. Buona visione!

Video Anteprima Injustice 2


Trama, Gear System e altri dettagli

Ci ritroviamo nell’universo alternativo protagonista del primo capitolo. Dopo la sconfitta di Superman, Batman e gli eroi insorti cercano di rimettere insieme i pezzi. Nel frattempo il primate telepatico Gorilla Grodd fonda “La Società”, un gruppo di super-villain che intende approfittare della situazione di debolezza per prendere le redini della Terra. Batman si troverà quindi obbligato a formare un nuovo gruppo di supereroi per tenere a bada la nuova congrega di super-criminali, mentre nel frattempo sbucherà anche Brainiac, ovviamente intenzionato a mettere a repentaglio l’esistenza della Terra.

Da questo rapido riassunto della trama si capisce che non avremo a che fare con un multi-universo, ma con una sola dimensione. Si spiega quindi la mancanza del Joker dal roster iniziale: moriva nel primo capitolo per mano di Superman. Niente paura, sono già previsti diversi DLC tra cui uno in cui farà il suo debutto proprio il principale antagonista dell’Uomo Pipistrello.

Anteprima Injustice 2 – Joker non è presente nel roster iniziale, sarà introdotto successivamente.

Torniamo quindi alle novità di Injustice 2. Il “Gear System” è una delle nuove dinamiche che va per certi versi ad introdurre una vena ruolistica nella classica impalcatura da picchiaduro tipica dei titoli alla Mortal Kombat. Nel corso dell’avventura accumuleremo crediti e pezzi di equipaggiamento casuali per i personaggi selezionabili. Ogni pezzo sarà caratterizzato da un certo grado di rarità, da statistiche variabili e ovviamente da un suo aspetto che potrà introdurre variazioni estetiche più o meno drastiche. Oltre alle variazioni estetiche dettate dall’equipaggiamento potremo sfruttare anche varie palette di colori: in questo modo sarà estremamente difficile trovare un personaggio simile ad un altro, un espediente che aiuterà molto il comparto online.

Non sarà sufficiente equipaggiare gli oggetti più forti per vincere le battaglie. Avremo a che fare con dei boss fight che richiederanno ad esempio un maggiore grado di armatura per resistere più tempo possibile sotto colpi particolarmente violenti. In un combattimento contro Superman o Supergirl invece potremo aver bisogno di equipaggiamento anti-kryptoniani, e così via. Il giocatore può quindi scegliere come meglio bilanciare gli oggetti indossati in modo da favorire una di tre caratteristiche. Non finisce qui: ci sono degli slot per equipaggiare delle abilità aggiuntive più o meno potenti. Catwoman ad esempio può contare su un’abilità tipica delle classiche “sette vite dei gatti”, ovvero la possibilità di tornare in campo anche dopo aver terminato i punti ferita. Ogni abilità però occupa un certo numero di slot, e ovviamente ogni personaggio ha un numero massimo di slot a disposizione.

Anteprima Injustice 2 – Il classico scontro Batman vs. Superman… stavolta con le armature!

Il giocatore potrà quindi concentrarsi sullo sviluppo di un personaggio specifico, sbloccando nuovi equipaggiamenti, testando combinazioni di abilità ed utilizzarlo poi anche in competizioni online. NetherRealm Studios si è poi concentrata sull’offrire qualcosa di più di una classica campagna singolo giocatore, in modo da convincere il giocatore ad approfondire non solo le varie trame dei 29 personaggi (ognuno ha una sua conclusione storica), ma anche a scoprire equipaggiamenti ed abilità. A tal proposito è stato introdotto l’accesso al multiverso, con sfide aggiuntive e storie parallele.

Ci saranno pianeti esplorabili per periodi di tempo limitato (torneranno comunque a rotazione) e altri eventi di vario genere. Non mancheranno poi il multigiocatore locale, per prendersi a male parole (e sonori pugni) con amici e parenti e quello online, di cui ancora non sappiamo molto.

Anteprima Injustice 2 – Atrocitus fa il suo debutto nel roster di questo nuovo capitolo.

Il tutto è coadiuvato da un comparto grafico che, almeno da quanto abbiamo visto finora, sembra davvero al passo con i tempi. Le mosse finali dei personaggi sono quanto di più spettacolare si possa sperare di vedere, e anche le varie arene, con elementi da distruggere e persino da lanciare dietro agli avversari, sembrano pronte ad offrire un gran numero di sorprese. Injustice 2 rimane però ancorato alle classiche dinamiche da picchiaduro 2.5D: i personaggi si muoveranno solo orizzontalmente, anche se le arene (e i personaggi stessi) sono di fatto realizzati in 3 dimensioni. Non mancano ovviamente una tonnellata di mosse per ogni personaggio, tra prese, calci volanti e altre variazioni dipendenti dalla categoria del personaggio. Così come nel primo capitolo ci saranno personaggi più fisici e altri che si concentreranno maggiormente su gadget tecnologici e non. Per questa rapida anteprima di Injustice 2 è tutto: l’appuntamento è fissato alla recensione che se tutto va bene precederà il lancio del gioco, fissato per questo 18 maggio su PS4 e Xbox One. Sì esatto, niente PC Windows per ora.