Nintendo NX

Nintendo NX: console portatile con 2 controller “staccabili”, SoC NVIDIA Tegra e cartucce

Lorenzo Delli

Nintendo NX – Quanto stiamo per riportarvi non è stato comunicato ufficialmente da Nintendo, ma è quanto invece riportato dal celebre portale Eurogamer.net a seguito di conferme da varie fonti (ovviamente anonime).

Nintendo NX, ovvero la prossima console firmata Nintendo il cui arrivo è previsto per marzo 2017, sarà prima di tutto una console portatile dotata di controller staccabili dotata di un proprio display. Proprio lo schermo è collegato a due controller, o meglio, due sezioni della console stessa, che possono essere staccati o attacchi a piacere.

LEGGI ANCHE: La probabile line-up di Nintendo NX è niente male, ma Nintendo Wii U che fine farà?

Potrà anche essere utilizzata come console domestico, grazie ad una dock station da collegare al proprio televisore o ad un classico monitor dove riporre Nintendo NX. Da quanto confermato dal Digital Foundry, altra fonte piuttosto autorevole in materia, Nintendo NX sarà spinta da un processore NVIDIA Tegra, anche se al momento non è dato sapere quale modello. Pare tra l’altro che NVIDIA sia in procinto di presentare un nuovo SoC Tegra.

La scelta di un SoC Tegra potrebbe quindi significare che Nintendo ha intenzione nuovamente di rinunciare ad una grafica al top puntando invece su portabilità massima (visto anche che stiamo parlando di una console portatile), grazie alle dimensioni contenute dei chip mobili di casa NVIDIA.

LEGGI ANCHE: Nintendo Classic Mini NES: tutto quello che dovete sapere

Arriva anche la conferma, a quanto pare sempre da più fonti, che Nintendo NX sfrutterà le cartucce e non supporti ottici come le console rivali di casa Sony e Microsoft. Pare che la dimensione massima delle cartucce ammonti a 32 GB, poco considerato lo spazio talvolta occupato dai giochi più recenti, ma è molto probabile che la console stessa disponga di memoria interna aggiuntiva che, in combinazione al download di dati dalla rete, potrebbe compensare tale “limite“. Saranno ovviamente disponibili anche giochi in formato digitale. La conferma delle cartucce deriverebbe anche da un trademark relativo a The Legend of Zelda: Breath of the Wild che faceva riferimento anche a una versione del gioco in cartuccia.

Tra le altre indiscrezioni abbiamo qualcosa anche in relazione al sistema operativo, che dovrebbe essere nuovo di zecca ma non basato su Android come riportato da vecchi rumor, e che Nintendo avrebbe intenzione di svelarla ufficialmente già da questo settembre. Che ne pensate di quanto rivelato oggi? La nuova console portatile di Nintendo potrebbe attirare nuovi appassionati di videogiochi o è un prodotto indirizzato ai fan di vecchia data?

Fonte: Eurogamer.net