Overwatch

Non riuscivamo a staccarci da Overwatch, ma… (video)

Giorgio Palmieri - Abbiamo provato la beta di Overwatch. Ecco le nostre prime impressioni.

Il mondo di Overwatch non è poi così diverso dal nostro. C’è la guerra, un periodo di tregua, un’era di innovazioni e scoperte, e poi il conflitto torna ancora più feroce di prima. Per portare nuovamente la pace tra il popolo, Blizzard ha pensato ad una task force internazionale composta dagli eroi più ganzi della galassia che proteggono i più deboli, e di cui vestiamo i panni.

Una bella idea, realizzata tra l’altro egregiamente, con un lavoro di caratterizzazione che solo mamma Blizzy è in grado di apportare ad un videogioco. Eppure tutto ciò è stato sfruttato in maniera marginale, in quanto Overwatch abbraccia il genere degli sparatutto a squadre improntato esclusivamente sull’online. A proposito: finalmente lo abbiamo testato su PlayStation 4 per molte ore grazie alla beta appena conclusasi, e oggi possiamo darvi le nostre prime impressioni.

LEGGI ANCHE: 5 motivi per cui Overwatch dovrebbe interessarvi

Innanzitutto, il cast dei 21 eroi è formidabile: ad esempio Winston è uno scienziato gorilla (non chiamatelo “scimmia”) troppo simpatico, mentre Tracer è una ragazza dolcissima che si muove con un’eleganza invidiabile grazie ai suoi rapidi teletrasporti. Ci sarebbe davvero piaciuto vivere una storia con questi personaggi come protagonisti. Soffermiamoci però su quello che è Overwatch, e non su ciò che volevamo.

la scelta del prezzo pieno ci pare avventata. Vedremo come Blizzard gestirà la situazione

Il prodotto di Blizzard è parecchio divertente, e le dinamiche di gioco si sono rivelate interessanti, specie con un gruppo di amici al proprio fianco. L’offerta contenutistica lascia un po’ a desiderare non solo per l’assenza della modalità offline, ma soprattutto per le poche modalità, le quali non brillano certo per originalità, con le classiche varianti di cattura la zona e poco più.

Che forse la struttura free-to-play sarebbe stata la più indicata per un prodotto del genere? Al momento, il prezzo pieno ci pare avventato, ma vedremo come Blizzard gestirà la situazione. Per adesso, vi lasciamo in compagnia del nostro video di anteprima che abbiamo realizzato per l’occasione, ricordandovi che Overwatch sarà disponibile su PS4, Xbox One e PC a partire dal 24 maggio.

  • Mattia Angius

    Ma quello che parla è Dadobax?
    ok no, è Giorgio Palmieri, ma hai la voce uguale a Dadobax ahah

    • Mi documenterò a riguardo 😉