PlayStation 4 vs. PlayStation 4 Pro: merita l’upgrade alla nuova versione della Console di Sony?

Lorenzo Delli -

Visto il lancio di ben due nuovi modelli di PlayStation 4, denominati rispettivamente PlayStation 4 Pro e PlayStation 4 Slim, i possessori della console “standard” di casa Sony si staranno domandando nelle ultime ore se il loro modello risulta a questo punto obsoleto e se per continuare a godere delle esclusive PlayStation o dei giochi che comunque arrivano su Console sia effettivamente necessario un upgrade.

Tendenzialmente la risposta è no. PlayStation 4 Slim è praticamente identica al modello lanciato nel 2013, e le uniche differenze sono da ricercarsi a livello estetico, di dimensioni e peso e di consumi. Con PlayStation 4 Pro il discorso è ovviamente diverso. La nuova versione Pro è dotata di un processore leggermente più potente, di una GPU 2,6 volte più potente, RAM con velocità di scrittura e lettura più elevata, maggiori consumi e, sopratutto, dimensioni leggermente più elevate.

LEGGI ANCHE: Tutto su Nintendo Switch

Ma Sony durante il PlayStation Meeting del 7 settembre 2016 non ha certo puntato sui numeri, quanto più sul supporto al 4K. Il discorso però si fa spinoso: sul comunicato stampa ufficiale di Sony si può leggere che il 4K è “Outputted by graphic rendering or up-scaled” e in sostanza, come confermato anche dai primi sviluppatori che hanno avuto modo di adattare i loro giochi alle capacità grafiche della nuova PlayStation (Guerrilla Games con Horizon Zero Dawn ad esempio), non si tratta di 4K nativo, ma di un espediente che rende il risultato finale talmente simile al 4K che l’occhio umano difficilmente riuscirebbe a cogliere la differenza.

Caratteristiche hardware a confronto

Prima di tornare sul discorso del 4K, diamo un’occhiata alle differenze hardware tra le due console, o meglio, fra le tre console. Nella parta destra della tabella abbiamo incluso anche i valori della PlayStation 4 Slim, che diventerà il modello di riferimento per gli utenti che si accontentano delle versioni classiche dei giochi. Da notare che il lettore Blu-ray di PlayStation 4 Pro non supporta i Blu-ray in 4K.

Il perché l’ha spiegato anche Andrew House, CEO di Sony Interactive Entertainment: la società è convinta che il futuro sia nello streaming dei contenuti, tant’è che PS4 Pro supporta lo streaming in 4K da Netflix e da YouTube. Per quanto riguarda l’HDR10 su PlayStation 4 e PS4 Slim, è la stessa Sony ad aver annunciato l’arrivo del supporto a tale tecnologia tramite un aggiornamento software.

PlayStation 4 Pro PlayStation 4 | PlayStation 4 Slim
  • CPU: AMD Jaguar, octa core 2,1 GHz
  • GPU: AMD Radeon based graphics engine, 4,20 TFLOPS
  • RAM: 8GB GDDR5 unificata, 218 GB/s
  • Memora interna: 1 TB
  • Dimensioni: 295 × 55 × 327 mm
  • Peso: 3,3 kg
  • Porte: 3 USB 3.1, AUX, HDMI (supporto 4K/HDR10), Ottica
  • Connettività: Ethernet, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0
  • Lettore: Blu-ray 6xCAV (no 4K), DVD 8xCAV
  • Consumi: massimo 310W
  • Colori: Jet Black
  • Prezzo: 409,99€
  • CPU: AMD Jaguar, octa core 1,6 GHz
  • GPU: AMD Radeon Liverpool, 1,84 TFLOPS
  • RAM: 8GB GDDR5 unificata, 177 GB/s
  • Memora interna: 500 GB / 1 TB | 500 GB
  • Dimensioni: 275 × 53 × 305 | 265 × 39 × 288 mm
  • Peso: 2,8 | 2,1 kg
  • Porte: 2 USB 3.1, AUX, HDMI (supporto HDR10 via update), Ottica (non sulla Slim)
  • Connettività: Ethernet, Wi-Fi 802.11 b/g/n | a/b/g/n/ac, Bluetooth 2.1 EDR | 4.0
  • Lettore: Blu-ray 6xCAV, DVD 8xCAV
  • Consumi: massimo 250 | 165 W
  • Colori: Jet Black
  • Prezzo: 299€

4K sì, 4K no

Abbiamo accennato al fatto che il 4K della nuova PlayStation 4 Pro non è nativo. Il fatto è che la GPU integrata nella nuova console, per quanto più potente di quella presente su PlayStation 4, non è abbastanza potente per la riproduzione di videogiochi a una risoluzione pari a 4.096 × 3.112, ovvero qualcosa come 12 milioni di pixel. In realtà PS4 Pro ne gestirà circa 4 milioni, comunque il doppio di quelli gestiti da PlayStation 4. E quindi come fa la Console a farci credere che il risultato finale sia una sorta di 4K indistinguibile da quello classico?

LEGGI ANCHE: I nuovi accessori PlayStation 4

Immaginate di avere una scacchiera composta da 12 milioni di caselle. I 4 milioni di pixel vengono sistemati all’interno di questa scacchiera, i rimanenti vengono riempiti utilizzando un algoritmo di ricostruzione dell’immagine, ottenendo quindi una schermata in 4K. Ovviamente l’utilizzo di un tale algoritmo causerebbe artifici grafici e bordi seghettati, ma grazie all’utilizzo del temporal anti-aliasing tutto si risolve per magia. Questa è un’estrema semplificazione di quello che avviene realmente ma dovrebbe essere sufficiente per fornirvi un’idea generale. In ogni caso, i giochi che faranno uso di questo “4K non nativogireranno al più a 30 fps.

PS4 Pro

Differenze tra i giochi PS4 e PS4 Pro

Su come farà PS4 Pro a offrire una risoluzione più elevata ai contenuti già ne abbiamo discusso. Sta di fatto che, anche grazie ai miglioramenti hardware i giochi riprodotti saranno caratterizzati da:

  • Risoluzione minima obbligatoria a 1080p
  • Frame rate maggiore e più stabile
  • Texture a più alta risoluzione
  • Altri miglioramenti grafici

Tra l’altro giochi come Rise of the Tomb Raider offriranno più setup grafici: sarà possibile riprodurlo in 4K con fps massimi a 30, a 1080p con frame rate bloccato a 30 fps e qualità massima dei dettagli, o a 1080p con performance migliori, ovvero con un frame rate tra i 40 e i 60 fps. Di seguito un elenco dei primi giochi che supporteranno le migliorie grafiche previste dalla versione Pro di PlayStation 4.

PS4 Pro Enhanced
Il bollino presente sui videogiochi che vanteranno miglioramenti grafici indirizzati alla nuova PS4 Pro.

In ogni caso, per usufruire di queste migliorie grafiche non è necessario, come oramai avrete intuito, avere un televisore o un monitor 4K. Anche a risoluzioni inferiori, come 1080p appunto, si noteranno differenze e miglioramenti di vario genere.

Trasferimento Dati

Nel caso voleste passare da PlayStation 4 a PlayStation 4 Pro sarà possibile effettuare un trasferimento dati utilizzando un cavo Ethernet. I dati comprendo salvataggi, dati di gioco e qualsiasi altro contenuto presente su una delle due console. Sarà necessario però il firmware 4.0 per accedere a tale funzionalità.

PlayStation 4 Firmware 4.0

Nel frattempo è arrivato l’aggiornamento 4.0 per PlayStation 4 (comprese Slim e Pro) che introduce l’HDR anche sulla versione classica della PlayStation, cartelle e tante novità nell’interfaccia. Ci sono anche alcune novità dedicate a PS4 Pro. Vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento che trovate linkato nel titolo del paragrafo.

Conclusioni

PlayStation 4 Pro presenta effettivamente delle migliore a livello hardware e la possibilità di giocare in 4K anche se con qualche espediente. I giochi poi realizzati appositamente vanteranno migliorie grafiche di vario genere, e non mancherà ovviamente la compatibilità con i giochi realizzati per la PlayStation 4 classica. Se volete quindi giocare al top e spendere 399€ non vi spaventa, potreste effettivamente notare delle differenze. Si tratta comunque, come già accennato, di una evoluzione del precedente modello, e non di una nuova generazione. I possessori di PlayStation 4 possono quindi dormire sonni tranquilli, almeno fino all’uscita della quinta generazione.