Cosa si dice su PlayStation 5?

Lorenzo Delli - PS5: in arrivo nella seconda metà del 2018 (alcuni dicono nel 2019), scheda grafica dedicata, oltre 10 TFLOPS. Facciamo un riassunto delle tante voci di corridoio.

PS5 o PlayStation 5: non sappiamo nemmeno per certo se sarà questo il nome della futura console firmata Sony, ma anche per donare un senso di continuità al celebre dispositivo videoludico sarebbe la scelta più logica. Una scelta non condivisa da Microsoft (Xbox, Xbox 360, Xbox One), forse anche per distinguersi dalla sua principale console concorrente. E quindi, di concreto, cosa sappiamo su Sony PS5? La risposta è: nulla.

Sony, in occasione dell’E3 2017, si è limitata tra virgolette a presentare una lunga carrellata di titoli (molti già svelati all’E3 2016) dedicati alla sua attuale generazione di console, comprensiva di PS4, PS4 Slim e PS4 Pro. Neanche il minimo cenno alla nuova generazione di console quindi, nonostante Microsoft avesse appena svelato ufficialmente Xbox One X, un mostro di potenza (tra le console) dotata di ben 6 TFLOPS di potenza grafica.

LEGGI ANCHE: Xbox One X vs. Xbox One S vs. Xbox One: schede tecniche a confronto

Cosa aspetta quindi Sony ad affilare le armi, considerato che il suo principale concorrente si appresta a lanciare sul mercato una console che promette 4K nativo (anche se a 30 fps) a differenza del sistema “checkerboard” di PS4 Pro? Secondo il celebre analista Michael Patcher Sony starebbe aspettando il diffondersi di televisori 4K. L’uscita di PlayStation 5 quindi sarebbe “rimandata” o comunque prevista per il 2019 (secondo l’analista addirittura anche 2020), nell’attesa che il mercato dei televisori 4K raggiunga il 50% del mercato statunitense e circa il 35% nel resto del mondo. Nel frattempo ci penserebbe PS4 Pro (e le varie esclusive PlayStation previste) ad accontentare i già possessori di monitor e/o televisori con display Ultra HD.

Uno degli orribili render/concept di PS5 che circolano in rete.

Sempre Patcher parla dell’upgrade che costituirebbe la quinta generazione di console Sony. Se PS4 Pro è di fatto un mezzo passo in avanti rispetto a PS4, PS5 sarebbe un ulteriore mezzo passo in avanti: possiamo quindi aspettarci il doppio o poco più dei TFLOPS e stavolta un 4K nativo in grado di competere con quello di Xbox One X. L’analista parla anche di retro compatibilità: PS5 potrebbe essere compatibile con i giochi ottimizzati per PS4 Pro. Di conseguenza anche con quelli dedicati a PS4? Difficile a dirsi per il momento.

Scheda grafica dedicata?

Il portale TweakTown riportò giusto qualche settimana fa un report piuttosto interessante legato proprio a PlayStation 5. Uno degli autori del sito, in occasione del Computex, era riuscito a parlare con qualcuno di vicino a Sony (o comunque allo sviluppo/produzione di PS5) che per ovvie ragioni è rimasto anonimo. Alla domanda diretta “PS5 avrà una scheda grafica dedicata?“, la fonte ha risposto “non posso dirlo con esattezza“; le cose però si fanno interessanti, vista la risposta alla domanda “Avrà un APU come Xbox One X?“. La risposta è stata “No“, probabilmente ad indicare che sfrutterà un processore grafico dedicato o comunque una soluzione diversa da quella presente nelle attuali console (alla stregua dei SoC per dispositivi mobili per intenderci). Sempre la solita fonte di TweakTown avrebbe poi confermato quanto affermato da Patcher in queste ultime ore: l’uscita di PS5 sarebbe prevista per il 2019, forse mostrata all’E3 2018 e svelata ufficialmente all’E3 2019.

10 TFLOPS di potenza grafica?

Patcher non è l’unico analista ad aver parlato di PlayStation 5 negli ultimi mesi. Anche l’analista Damian Thong della società Macquarie Capital Securities si è espresso a riguardo della futura console di Sony, preventivandone l’uscita sul mercato per i mesi finali del 2018 e parlando anche della potenza grafica. Secondo Thong PS5 potrebbe avere una potenza superiore ai 10 TFLOPS, in grado quindi di surclassare Xbox One X di Microsoft. Da notare che lo stesso analista aveva previsto con una certa precisione l’arrivo di PS4 Slim e PS4 Pro.

Tornando anche al discorso uscita, Sony non starebbe accelerando più di tanto i tempi proprio perché l’ecosistema Sony al momento non se la sta cavando affatto male. PlayStation 4, in tutte le sue incarnazioni, ha oramai superato quota 60 milioni di unità vendute, e anche PSVR non se la cava male con quasi 1 milione di unità vendute. Il lancio a fine 2018 servirebbe a consolidare ulteriormente il mercato, arrivando sul mercato in un momento più propizio per un 4K nativo.

Cosa aspettarsi quindi da PS5?

La previsione di Patcher, ovvero un’uscita di PS5 prevista per il 2019 in base alla crescita del mercato di televisori e monitor 4K, potrebbe dimostrarsi veritiera, anche per garantire un periodo di vita superiore ai 5 anni a PS4. C’è però anche da valutare l’eventuale successo (o insuccesso?) di Xbox One X, come gli sviluppatori si adatteranno a questa sempre maggiore frammentazione del panorama console (PS4, PS4 Pro, Xbox One/One S, Xbox One X), e nuovamente l’andamento del “mercato 4K”. In questo 2017 poi dobbiamo ancora assistere alla PlayStation Experience, che si terrà in California tra il 9 e il 10 dicembre, e non è da escludersi un primo sguardo su PS5 o comunque sul possibile futuro dell’ecosistema PlayStation.

LEGGI ANCHE: Migliori Console

Ovviamente lato hardware è lecito aspettarsi un bel po’ di migliore: più TFLOPS (e chissà, davvero una GPU dedicata), più RAM da dedicare ai giochi e al sistema, maggiore memoria interna, Bluetooth 5.0 e chissà cosa altro. PS5 inoltre potrebbe essere accompagnata dalla seconda generazione di visori per la realtà virtuale, PlayStation VR 2, che grazie alla maggior capacità di elaborazione di PlayStation 5 sarebbe in grado di gestire anche risoluzioni più elevate.

Fonte: GameSpot , Tweaktown , GamingBolt
  • Prima della 5 potrebbe esserci una “ProPlus” (4k nativo, eccetera).
    Ammesso e non concesso che ci sia una “5”