8.0

Assetto Corsa (1)

Assetto Corsa – Videogiochi e Italia? Vanno d’accordo (recensione)

Giorgio Palmieri - Sentite l'asfalto sulla pelle: ecco la nostra recensione dell'edizione console dell'italianissimo simulatore di guida per antonomasia.

Assetto Corsa Recensione – Se c’è un’azienda che ama le auto, quella è Kunos Simulazioni. Situata nel circuito internazionale di Vallelunga, a Roma, questa società italiana è specializzata nella realizzazione di software simulativi per piloti professionisti, coi quali ha maturato un’esperienza tale da poter confezionare un videogioco di guida capace di offrire il puro realismo senza compromessi. Così nasce Assetto Corsa, titolo uscito inizialmente su PC tramite il programma ad accesso anticipato, e ora disponibile in edizione console, nei negozi, grazie alla collaborazione stretta con 505 Games (divisione editoriale del gruppo Digital Bros), anch’essa tutta italiana. Come si è comportato l’ambizioso titolo di Kunos Simulazioni sotto il nostro temibile torchio? Scopritelo nella recensione della versione PlayStation 4.

Video Recensione Assetto Corsa

I concetti esposti nei paragrafi a seguire li trovate anche nella video recensione, accompagnati dai filmati tratti dalle nostre sessioni di gioco su PlayStation 4.

Partire in quarta

È difficile innovare il genere corsistico su quattro ruote, una tipologia di gioco che ormai sembra puntare più sui numeri che sulle novità. Questo, tuttavia, non è un dato del tutto negativo: lo standard qualitativo raggiunto tra i giochi di guida è parecchio elevato, e Kunos Simulazioni sembra saperlo bene. Malgrado gli avversari agguerriti, però, Assetto Corsa si va a posizionare in maniera naturale tra i vari concorrenti, in un terreno relativamente incolto, quello simulativo, sebbene Project Cars abbia aperto le danze in tal senso, almeno sull’attuale generazione.

Assetto Corsa Console - 11

Innanzitutto, il primo impatto con l’esperienza confezionata dalla società romana lascia un po’ spiazzati. Liberato infatti da orpelli, il gioco si presenta subito con il suo menù nudo e crudo, e persino un po’ spoglio in termini stilistici, dove è già possibile accedere a tutte le modalità che supportano l’offerta contenutistica: sia chiaro che nessuna di queste rappresenta il focus della produzione.

Assetto Corsa infatti non segue progressioni classiche: non si sbloccano auto o tracciati, né tanto meno modifiche e modalità, perché, appunto, ogni contenuto è accessibile dal primo avvio, fatta eccezione per la carriera e i suoi eventi.

Kunos Simulazioni vuole darvi in mano tutto il necessario per permettervi di sentire l’auto, nelle sue immense sfaccettature, tra le vostre mani. Per raggiungere questo traguardo, è stato eseguito uno studio della fisica specifico per ogni bolide, che si riflette poi in un controllo della vettura caratteristico a seconda del modello, coadiuvato da un ventaglio di parametri tecnici personalizzabili da far impallidire i più noti esponenti del settore, con opzioni come la pressione dei pneumatici, la taratura del differenziale o persino la rigidità delle molle, e sentirete su pista ogni singola differenza.

Assetto Corsa Console - 2

Il modello di guida pre-confezionato dei classici giochi del genere quindi è stato evoluto in uno schema di variabili che il giocatore può modificare a proprio piacimento, i cui risultati, però, possono essere vissuti al cento per cento solo dai possessori di un volante.

Gli amanti dei motori, dotati della suddetta periferica, avranno pane per i loro denti, e si divertiranno a sperimentare i migliori set-up. Invece, chi deciderà di gustarsi Assetto Corsa con il semplice controller, proprio come abbiamo fatto noi, potrà comunque contare su un tipo di guida assolutamente fuori dall’ordinario, ma il riscontro in pista sarà molto meno marcato.

In ambedue i casi, preparatevi a stare attenti al deterioramento delle gomme, alla quantità di benzina rimanente, ai danni alle componenti meccaniche, e alla eleganza con cui effettuare le curve più astruse. Potrete sì, attivare preziosi aiuti, e persino disattivare alcune meccaniche di gioco, come l’usura dei pneumatici o i danni in generale, rendendo di fatto il gioco più accomodante. Così facendo, però, perderete una fetta del divertimento proposto da Kunos Simulazioni.

Assetto Corsa Console - 27

L’ideale sarebbe iniziare magari con un paio di opzioni disattivate, specie quelle più realistiche, per poi procedere per gradi, in maniera tale da prendere una certa dimestichezza prima di buttarsi nel realismo totale e spiazzante offerto da Assetto Corsa.

La macchina del capo

Possiamo definire quindi il titolo di Kunos Simulazioni come un vero e proprio simulatore d’auto, dove sarà un imperativo conoscere nel profondo il proprio bolide per avere la meglio sugli avversari.

La maniacale cura riversata per la costruzione delle macchine, però, non la si ritrova nell’offerta contenutistica, che offre solo un discreto bacino di modalità nelle quali mettere alla prova la personale bravura, dalla canonica e immancabile Carriera, agli Eventi Speciali, una raccolta di sfide in cui dovrete dare il meglio di voi stessi tra gare veloci, drifting, hotlap e attacco a tempo (le nostre preferite).

Assetto Corsa Console - 28

Purtroppo, in primis, la Carriera è molto ripetitiva, ed è afflitta da una difficoltà frustrante, con un livello di sfida che va dal fin troppo facile per le gare a tempo, a piste nelle quali bisognerà conoscere per filo e per segno ogni curva e ogni dosso per poter portare a casa anche solo il terzo posto.

I rivali sono precisi, e raramente commettono errori, anche alla più bassa delle difficoltà, aiutati da una intelligenza artificiale irremovibile: il gioco insomma non vi insegna a giocare, e non offre una curva d’apprendimento dolce. In Assetto Corsa, infatti, è necessario essere abili sin da subito ma, statene certi, le vostre capacità verranno valorizzate con delle grosse soddisfazioni nel corso delle ore. L’uso del pad comunque è limitante sia ai fini competitivi che nel semplice godimento dell’esperienza: pertanto l’acquisto del volante è caldamente consigliato.

Dopo aver passato almeno un paio di giorni intensi a collaudare e a prendere confidenza con il complesso sistema di guida, e a comprendere ed imparare i diversi tracciati, inizierete a divertirvi e a scendere ancora più a fondo, sempre che lo vogliate.

Assetto Corsa Console - 9

Assetto Corsa è un titolo che richiede tempo e dedizione per essere apprezzato al meglio, e questa sua profondità è in effetti un’arma a doppio taglio: c’è chi lo riterrà troppo complicato e spoglio di alcune funzionalità ormai divenute uno standard, come il meteo (non c’è pioggia nel gioco), le gare in notturna, e un parco macchine e tracciati che, seppur strizzi l’occhio agli intenditori, non fa gridare al miracolo in quanto a grandezza.

In ogni elemento, tuttavia, traspare una cura maniacale dei dettagli, impossibile da scorgere in altri titoli della medesima tipologia, specie su console, ed è questa la sua più grande forza: l’essere unico, diverso, e il merito è quello di aver portato su PlayStation 4 e Xbox One un senso di immersione totale con la vettura. Anche il comparto grafico si difende piuttosto bene: i 1080p e i 60 fotogrammi al secondo rendono l’immagine abbastanza pulita, con tanto di texture ben definite e modelli dei veicoli assolutamente stratosferici.

L’effetto pop-up e il tearing sulle transenne a bordo pista e su altri elementi del fondale sono talvolta abbastanza pronunciati, in particolare nei replay. I danni, poi, almeno dal punto di visivo, lasciano ampiamente a desiderare, mentre i tracciati invece sono meno dettagliati delle auto, ma la fedeltà delle piste alla controparte reale è a tratti impressionante, riprodotte grazie alla tecnologia del Laser Scan.

Assetto Corsa Console - 4

Sul lato audio, a parte una colonna sonora nei menù piacevole ma generica, tutto il resto dei suoni, dal rombo dei motori al contatto con l’asfalto, è stato sviluppato in maniera impeccabile. Nel complesso, quindi, la veste audiovisiva di Assetto Corsa riesce a difendersi bene anche su console.

Chiude il cerchio il lato multiplayer fino a 16 giocatori, modalità nella quale si concentrerà, naturalmente, la maggior parte della community, visto l’alto grado di competitività del sistema di guida: peccato siano assenti le partite private, una mancanza che francamente ci ha fatto storcere un po’ il naso. Vi ricordiamo, infine, che il titolo in questione viene venduto a soli 49,99€, a differenza dei canonici 69,99€ dei tripla A, un grande plus che potrebbe spingere i più scettici a dargli una chance. È bene informarvi che sono già presenti dei DLC a pagamento su disco, una scelta sicuramente discutibile.

8.0

Giudizio Finale

Kunos Simulazioni trascende il concetto di videogioco per realizzare Assetto Corsa, un simulatore di guida nel mero senso del termine, in un’ambiente, quello console, nel quale il genere è ancora inesplorato. Il suo esordio è costellato da successi e traguardi, primo tra tutti la sua fisica sublime, con le mille variabili che riflettono la realtà come non l’avevamo mai vista su PS4 e Xbox One. D’altro canto, però, la cornice povera, unita ad altre problematiche descritte in sede di recensione, potrebbero spaventare chi cerca un videogioco piuttosto che una simulazione, riducendolo ad un prodotto capace di soddisfare a pieno solo una certa fetta di pubblico. A prescindere dalla sua natura, lo studio romano ha realizzato qualcosa di unico e coerente con gli obiettivi prefissati: il che è raro di questi tempi.

PRO CONTRO
  • Modello di guida complesso e appagante
  • Motore fisico sublime
  • Cura dei dettagli spesso maniacale
  • Col pad l’esperienza è fin troppo sacrificata
  • Carriera ripetitiva e poco ispirata
  • Qualche problema tecnico

Assetto Corsa – Trailer

Assetto Corsa – Screenshot

Assetto Corsa – Dove Acquistarlo