7.0

Dragon Ball Xenoverse 2 Title Official

Dragon Ball Xenoverse 2… o forse 1.5? (recensione)

Giorgio Palmieri -

Recensione Dragon Ball Xenoverse 2 – Se dovessimo solo pensare a quanti giochi di Dragon Ball esistano sulla faccia della terra, e quanti pochi passi si siano fatti da un’incarnazione e l’altra, il Kaioken per la rabbia diventerebbe una meta non poi così difficile da raggiungere. Sono anni che la leggendaria opera di Toriyama viene riproposta in forma videoludica senza grandi stravolgimenti, e solo Xenoverse ha davvero rappresentato una svolta, imbevendo le solite dinamiche da picchiaduro in una ambiziosa struttura online, figlia di meccaniche prese direttamente dagli MMORPG. Un miscuglio vincente, che i fan hanno amato, e che dunque meritava di essere approfondito: eccovi quindi serviti con la nostra recensione di Dragon Ball Xenoverse 2.

Video Recensione Dragon Ball Xenoverse 2

Come al solito, i concetti espressi nei paragrafi di questo articolo sono racchiusi nel video a seguire. Le clip sono tratte dalle nostre sessioni di gioco su PS4.

Kamehameha!

Possiamo dirlo? Sì, possiamo dirlo. Amiamo l’idea che c’è dietro il progetto Dragon Ball Xenoverse. In breve, nel videogioco si impersona uno dei Pattugliatori del Tempo, degli eroi incaricati a ripristinare l’ordine degli eventi che compongono la storia del cartone animato (e del manga, ovviamente).

DRAGON BALL XENOVERSE 2 Disponibile - 1

Infatti dei malvagi e misteriosi antagonisti cercano in tutti i modi di cambiare l’esito di alcune delle storiche battaglie, alterando lo scorrere degli avvenimenti. Questo espediente narrativo è geniale perché non solo ci permette di vedere la ormai conosciutissima trama da un altro punto di vista, ma risulta essere la scelta più azzeccata per un titolo che mira ad essere una sorta di gioco di ruolo online.

Fieri del loro lavoro, gli sviluppatori, i Dimps, hanno scelto deliberatamente di riproporre la stessa, identica struttura narrativa del primo capitolo, solo con cattivi e alterazioni diverse. Di conseguenza, gli eventi che compongono la campagna principale sono sempre quelli di Dragon Ball Z, snelliti e ancor più frammentati di prima, con qualche piccola sorpresa sparsa qua e là: è chiaro che il gioco dia per scontato che ormai conosciate la storia, ed in fondo è giusto così, però l’impegno è stato minimo in tal senso.

Di fatto, l’argomento dei viaggi temporali è stato trattato con pressappochismo, ed è il solito pretesto per menare le mani. Anche da nostalgici e fan dell’opera quali siamo non abbiamo trovato particolarmente entusiasmanti le varie manipolazioni del racconto, quando invece potevano essere approfondite sulla base del predecessore, cosa che purtroppo non è accaduta.

DRAGON BALL XENOVERSE 2 Disponibile - 8

Molto gradito, seppur minimo, lo spazio riservato al personaggio del primo Xenoverse: potrete infatti importarlo per far si che rivesta il ruolo di eroe, tanto da comparire in alcuni filmati e persino nel centro della città come ologramma celebrativo. Nel caso in cui non lo abbiate giocato, non preoccupatevi, perché sarà possibile sceglierne uno tra quelli preconfezionati. Purtroppo la campagna non è giocabile in cooperativa, una delle tante decisioni opinabili della struttura del titolo.

Rimuginando sul passato

Chiaramente, qui in Xenoverse 2 i giocatori dovranno creare un nuovo Pattugliatore del Tempo. L’editor è pressoché identico a quello presente in Xenoverse: stesse razze e, a parte qualche piccola aggiunta, stesse opzioni di personalizzazione.

Una volta conclusa questa fase di creazione, si viene catapultati nella nuova, enorme città di Conton City, la quale ospita le attività di gioco. Oltre alla campagna, sono presenti le battaglie in locale e online, con tutte le opzioni per abilitare e disabilitare certe limitazioni, eventi di ogni tipo e le missioni parallele. Prima di concentrarci su queste ultime, che sono tra l’altro il punto focale dell’offerta del titolo, soffermiamoci un attimo sulla città.

DRAGON BALL XENOVERSE 2 Disponibile - 5

Potrete infatti muovervi liberamente all’interno dell’hub, il quale è sette volte più grande di Toki Toki City, quella dello scorso Xenoverse. Questa decisione ha permesso al team di sviluppo di concentrare i venditori di oggetti e i vari eventi su un solo grande territorio, ma già qui iniziano a sorgere i primi problemi.

Innanzitutto, per sbloccare la modalità multiplayer, il giocatore dovrà prima sorbirsi un tutorial piuttosto noioso, e poi sarà possibile entrare nella Conton City popolata da altri utenti reali, punto nevralgico sul quale dimora l’offerta contenutistica. Non appena si effettuerà l’accesso nella componente online, balzerà all’occhio un elemento abbastanza sospetto, specie per coloro che hanno giocato al predecessore: Xenoverse 2 è praticamente una copia carbone del primo capitolo, nel bene e nel male. Nonostante la grandezza della città, la sensazione di far parte di un centro davvero abitato non c’è, visto che i giocatori si muovono ad intermittenza, e scompaiono e ricompaiono in maniera innaturale.

In poche parole, Xenoverse 2 eredita la medesima, claudicante infrastruttura online del predecessore che, banalmente, non è adatta per un gioco del genere. Una criticità che poteva essere ammorbidita nella valutazione del primo capitolo, ma non in un sequel. Ciò significa che per creare un semplice gruppo dovrete recarvi dal registratore di squadre, scegliere le opzioni di fondazione del party, invitare un amico tramite dei menù non proprio intuitivi, recarsi dal distributore di missioni parallele, sceglierne una, aspettare che tutti i membri del gruppo accettino, sperare che la partita parta senza problemi, per poi effettivamente iniziare a giocare, ma non è finita qui.

DRAGON BALL XENOVERSE 2 Disponibile - 9

Dopo aver completato la missione, nel caso in cui decidiate di affrontarne un’altra, il capo squadra dovrà abbandonare la sessione, tornare in città insieme al gruppo e sceglierne un’altra. Tutte queste fasi sono farcite con caricamenti costanti, in cui anche il più tenace sentirà dei brividi di frustrazione. Per non parlare poi del matchmaking: tra disconnessioni, problemi di linea, netcode ballerino e gestione delle lobby alquanto discutibile, trovare una partita attiva non è affatto semplice. Ci si fa l’abitudine, sia chiaro, ma, a costo di suonare ripetitivi, ribadiamo che la riprogrammazione dell’infrastruttura online doveva essere uno degli obiettivi principali della seconda incarnazione.

Questa è la mia vera potenza

In termini contenutistici, il gioco è stato espanso con nuove attività, tra le quali spuntano delle faglie temporali piene di missioni, compiti sparsi per la mappa, incarichi a livello esperto a 6 giocatori (che fungono più da minigiochi che da esperienze a sé stanti) e, soprattutto, una nuova gestione degli allenatori più elastica che vi donerà abilità e ricompense in quantità maggiore rispetto al passato, allo scopo di confezionare il proprio eroe dei sogni.

In fondo, è questa la parte migliore di Xenoverse 2: creare il personaggio perfetto, collezionare oggetti e vestiti, scalare i livelli, potenziare le statistiche e assegnare le abilità sono operazioni genuinamente divertenti.

DRAGON BALL XENOVERSE 2 Disponibile - 2

Ci aspettavamo qualcosa di più nella personalizzazione delle semplici combo corpo a corpo, elemento trascurato a favore di una maggiore attenzione nei confronti degli attacchi speciali sia fisici che quelli a base di aura. Almeno sono state introdotte nuove trasformazioni per tutte le razze, dal Super Sayan di terzo livello ai Namecciani in grado di diventare giganti per un breve periodo di tempo.

Dove appunto brilla Dragon Ball Xenoverse 2 è il gameplay: a parte qualche grattacapo nella telecamera, su cui ci si può abituare dopo qualche ora, il sistema di combattimento è frenetico e dinamico, sempre molto accessibile ma non privo di tecnicismi, reso decisamente più fluido con i sessanta fotogrammi al secondo, le nuove animazioni e tantissime abilità diverse, alcune delle quali soffrono ancora di problemi di bilanciamento.

Come vi avevamo anticipato precedentemente, il fulcro del gioco sta nelle missioni parallele, affrontabili con altri due compagni comandati dall’intelligenza artificiale o da persone reali. In questi incarichi, nei quali è disponibile l’intero roster di personaggi, si potrà guadagnare nuovo equippaggiamento, e abbiamo riscontrato che la percentuale di ritrovamento di oggetti è molto più alta rispetto al passato. Peccato che gran parte delle missioni siano state prese di peso dal primo e inserite nel secondo, senza grandi stravolgimenti, e la sensazione di deja-vù, fidatevi, sarà fortissima. Dimps ha poi mantenuto la bizzarra scelta di donare il marchio di completamento della missione solo ed esclusivamente al caposquadra e non a tutti i partecipanti.

DRAGON BALL XENOVERSE 2 Disponibile - 6

Sul piano audiovisivo, poi, non si sono fatti passi da gigante: la distruttibilità dell’ambiente lascia a desiderare, i vestiti hanno problemi di fisica e sfoggiano vistosi problemi di compenetrazione, e il colpo d’occhio è sempre lo stesso, ovvero assolutamente fedele al cartone animato ma non sorprendente. Ottimi invece gli effetti particellari, probabilmente gli elementi grafici che stupiscono di più in assoluto. Il lato sonoro è nella media: le musiche sono ripetitive, e il doppiaggio in inglese francamente fa storcere il naso, vittima di problemi di sincronizzazione labiale durante i filmati. Se solo ci fossero le voci italiane dell’anime… un appello a Bandai, davvero, cercate in qualche modo di incentivare la localizzazione completa, perché di talenti ne siamo pieni.

7.0

Giudizio Finale

Recensione Dragon Ball Xenoverse 2 Giudizio Finale  Dragon Ball Xenoverse 2 non è un vero e proprio seguito, quanto piuttosto una sorta di espansione del predecessore, che sembra essere stato costruito specialmente per chi non ha avuto il piacere di provare il primo episodio. Le tante potenzialità intraviste in Xenoverse non sono state approfondite, e i pochi accorgimenti non giustificano il prezzo pieno per chi possiede già il predecessore. Al di là dello scopo economico, che capiamo senz’altro, ci chiediamo quindi se ne è valsa la pena di confezionare un nuovo capitolo, piuttosto che un pacchetto di contenuti aggiuntivi. Ciononostante, questo Xenoverse 2 è un titolo divertente e pieno zeppo di contenuti, che vive sugli stessi pregi e difetti del suo precursore: valutate l’acquisto in base a quanto detto.

PRO CONTRO
  • Una pletora di contenuti
  • Con gli amici è terribilmente divertente
  • Il sistema di personalizzazione, sia estetico che ludico
  • Infrastruttura online claudicante e macchinosa
  • Gestione delle lobby artificiosa
  • Pochissime novità rispetto al precedente capitolo

Recensione Dragon Ball Xenoverse 2 – Trailer

Recensione Dragon Ball Xenoverse 2 – Screenshot