4 valide scuse per provare l’MMO Skyforge su PS4 (recensione)

Lorenzo Delli

Conoscete Skyforge? Ve ne abbiamo parlato in un paio di articoli proprio qui, sulle pagine di SmartWorld. Non si tratta propriamente di una novità, visto che l’MMORPG edito da Allods Team (la stessa software house di Allods Online) e pubblicato da My.com è già disponibile da tempo su PC Windows. Solo di recente però ha fatto il suo debutto su PS4, e incuriositi dal titolo abbiamo deciso di provarlo proprio sulla console di casa Sony.

Com’è quindi Skyforge e soprattutto, come si comporta un MMORPG così vasto su console, una piattaforma che di solito accoglie ben altro genere di titoli indirizzati ad un’esperienza prettamente online? Vediamo di rispondere alla domanda elencando quattro valide scuse per provarlo con mano su console o, perché no, anche su PC.

Editore My.com
Sviluppatore Allods Team
Piattaforme PS4, PC Windows
Genere MMORPG
Modalità di gioco Singolo giocatore (online), Multi giocatore (online)

Video Recensione Skyforge

Il filmato riassume i concetti espressi nei paragrafi a seguire. Gli spezzoni di gioco sono tratti dalle nostre sessioni di gioco su PlayStation 4. Buona visione!

1. È… diverso!

Skyforge è un titolo estremamente particolare, alla cui realizzazione hanno partecipato anche membri di Obsidian Entertainment. Cosa lo rende particolare? Per una volta tanto si ha una vera e propria giustificazione del continuo ritorno in vita del vostro eroe. In Skyforge di fatto interpretate delle vere e proprie divinità, degli esseri superiori a cui è stata donata l’immortalità per contrastare i soliti cattivoni che stanno mettendo a subbuglio il particolare universo in cui appunto le divinità stesse giocano un ruolo fondamentale per il mantenimento dell’ordine.

Cornice di gioco fantasy quindi? Non esattamente. Skyforge è un incredibile miscuglio di elementi tratti dal fantasy, dalla fantascienza, persino dal filone steampunk. Armi ad energia si mischiano a lance, spade o altri strumenti di morte più tipici di cornici fantasy. Alcune classi utilizzano marchingegni che fondono la magia e la scienza, altre fanno appello alla sola magia, altre ancora utilizzano esclusivamente armi da fuoco. Incredibili strutture, fabbriche e grattacieli si alternano a zone di natura selvaggia o a tranquilli villaggi dove la vita una volta scorreva tranquilla. C’è chi lo ha paragonato a World of Warcraft come stile, ma Skyforge cerca in realtà di avere una identità tutta sua senza puntare ad avere una vera e propria identità. Siete confusi? In parte anche noi, ma è anche questo il bello del titolo, un’ambientazione tutta da scoprire!

2. È gratis (più o meno)!

Continuiamo con una scusa che potreste trovare banale: Skyforge è un gioco gratuito. Ciò significa che potete scaricare gratuitamente il client di gioco su PS4 (o PC Windows) e provarlo senza spendere neanche un centesimo. Sì, è banale, ma è un grosso punto a favore. Comprare a scatola chiusa un gioco del genere è rischioso, e in questo caso non dovrete mettere mano al portafogli. Ovviamente il discorso è ben più ampio di così. Buona parte dei contenuti di gioco sono effettivamente disponibili per chiunque, ad eccezione di alcune aggiunte estetiche o di particolari mount indirizzate a chi è disposto a spendere qualcosina in più. Andando più nello specifico, Skyforge è di fatto un titolo free-to-play, gratuito sì, ma comprensivo di un bel po’ di acquisti in-app e anche di classici tempi di attesa.

Una mount struzzo accessibile solo con un pacchetto Premium, quindi a pagamento.

Skyforge punta tantissimo sul PVE, ovvero sulle sezioni di gioco in cui l’utente ha a che fare con la storia o comunque con missioni contro nemici controllati dalla CPU. Proprio alcune parti della storia richiedono un certo livello di prestigio per accedervi, e qui torniamo a quanto detto nel primo paragrafo. Ogni utente controlla un immortale, una sorta di divinità che, come ogni divinità che si rispetti, ha un suo seguito. Durante alcune missioni potrete salvare dei civili che diventeranno di fatto vostri adoratori, e grazie ad un tempio eretto dai vostri seguaci potrete indire delle cerimonie in grado di ampliare il vostro bacino di fedeli. Più fedeli avrete, più il vostro prestigio aumenterà, ma non è l’unico fattore ad incrementarlo.

Sbloccare classi e abilità, trovare nuove armi ed armature, compiere missioni: tutte operazioni che andranno ad incrementare il vostro livello di prestigio, permettendovi quindi di accedere a nuove missioni della storia, a ricompense più elevate e anche a difficoltà maggiori. Ovviamente c’è un trucco, anzi, più di uno. Di fatto potete pagare un abbonamento mensile per accedere ad un account Premium. I vantaggi sono diversi: progressione più rapida del personaggio, ricompense maggiorate e quant’altro. Anzi, se l’universo di Skyforge vi appassiona particolarmente e volete mettere mano a tutte le missioni che compongono la prima stagione della Storia Ufficiale, potete acquistare un pacchetto denominato Signore del Sapere che per 11,99€ vi dà accesso a tutti gli episodi, ad un’esclusiva mount, un’armatura e un compagno aggiuntivi e altri bonus.

3. Non c’è una classe di appartenenza

Questa è una della particolarità di Skyforge. All’inizio vi sarà richiesto di scegliere una classe di appartenenza, ma in realtà non rimarrete legati a quella classe specifica. Il vostro immortale, con un comando accessibile da un menu particolare, potrà cambiare classe, avendo accesso ad abilità, equipaggiamenti e altre caratteristiche specifiche di quella classe. Ad esempio durante la nostra prova abbiamo scelto il Criomante, un mago capace di utilizzare a piacimento la magia del ghiaccio. La classe ci dà accesso a magie in grado di evocare tempeste di ghiaccio, lance di ghiaccio da scagliare verso i nemici e altri incantesimi prevalentemente da utilizzare a distanza di sicurezza.

Il cambio di classe può essere effettuato anche nel bel mezzo delle missioni.

Ma si sa, alla lunga una classe può stancare. Ecco perché abbiamo dedicato parte del nostro tempo alla classe del Paladino. In pochi secondi è possibile tramutare il proprio mago in un cavaliere senza macchia e senza paura in grado di scatenare potenti attacchi in corpo a corpo basati sui fulmini e sul loro potere distruttivo. Si tratta in definitiva di una dinamica davvero interessante, che non lega il giocatore a classi specifiche permettendogli di adattarsi alla situazione. Ovviamente un giocatore deve optare per alcune classi specifiche in modo da portare a termine una serie di missioni e sbloccare nuove abilità. Concentrarsi contemporaneamente su tutte è particolarmente complesso, sempre che non abbiate un bel po’ di tempo libero!

4. Anche l’occhio vuole la sua parte

La grafica di Skyforge è oggettivamente bella. Non è facile dare vita ad un universo così complesso, fatto da strani mostri, strutture tecnologiche e ambientazioni ricche di vegetazione. Anche i personaggi, e in special modo le varie armature o comunque i set estetici che è possibile scegliere, sono realizzati con particolare cura. Idem dicasi per gli effetti di luce: certi incantesimi scatenano un turbinio di effetti sullo schermo davvero spettacolari.

Il comparto grafico in determinate occasioni è davvero sorprendente.

Alcuni scorci sono davvero suggestivi, ed è anche possibile accedere ad una modalità fotografica che vi permette di scattare screenshot artistici di vario genere. Con questo non stiamo dicendo che la grafica sia perfetta in ogni sua sfaccettatura. Durante i dialoghi si può notare come non ci sia praticamente sincronia tra quanto detto dai personaggi e il movimento della loro bocca, e nelle zone aperte dove quindi sono presenti anche altri giocatori impegnati in quest e altre attività, si notano cali di frame rate e qualche bug di troppo.

Giudizio Finale

È difficile dare un giudizio finale ad un prodotto del genere, ed è in parte per questo che abbiamo omesso il classico voto in decimi che assegnamo al termine delle recensioni. Sulla carta Skyforge è un titolo immenso che può potenzialmente tenervi impegnati per centinaia di ore. Non abbiamo ad esempio fatto cenno al PvP, che vi permette anche di competere in arene con giocatori che utilizzano una sola classe specifica. O ad esempio non abbiamo parlato della distinzione tra la storia principale, giocabile in molte sue sezioni come singolo giocatore, e le zone aperte, dove è possibile, sulla falsa riga di World of Warcraft, partecipare a quest in regioni aperte a tutti i giocatori.

Sta di fatto che l’ambientazione potrebbe non piacere a tutti, visto che di fatto pesca a piene mani da più generi creando un enorme mischione tra fantasy e fantascienza, e anche le dinamiche free-to-play potrebbero far storcere la bocca a chi è abituato a pagare per un titolo per avere subito tutto a disposizione. Nell’universo degli MMORPG gratuiti comunque, Skyforge si distingue proponendo dinamiche sufficientemente originali, grazie anche al cambio rapido di classe, una grafica più che discreta e la possibilità di accedere a contenuti premium senza svenarsi. Se il genere di solito vi aggrada, almeno una prova la merita!

PRO CONTRO
  • Il download gratuito permette l’accesso a un bel po’ di contenuti
  • Tanto PvE, arene PvP divertenti
  • Non si ha una sola classe di appartenenza
  • Qualche problema di frame rate nelle zone aperte
  • Alcuni tempi di attesa fin troppo lunghi
  • Non è tradotto in italiano

Recensione Skyforge – Screenshot

Recensione Skyforge – Trailer