8.0

Recensione Skyrim Special Edition

Skyrim Special Edition: Mod su Console, supporto a PS4 Pro, restauri grafici e tanto altro (recensione)

Lorenzo Delli

Recensione Skyrim Special Edition – Il titolo completo è The Elder Scrolls V: Skyrim Special Edition, ma basta il termine Skyrim per rievocare ricordi di lunghissime e divertenti sessioni di gioco in migliaia e migliaia di utenti. La versione PC di Skyrim ha un Metascore incredibile, pari a ben 94 punti, ed è davvero inutile soffermarci a questo punto sulla bontà del titolo e su quanto abbia da offrire agli appassionati di giochi di ruolo e a quelli della longeva saga Elder Scroll. Ci soffermeremo quindi sui vantaggi offerti da questa Special Edition, sulle novità e anche sugli eventuali problemi.

Video Recensione Skyrim Special Edition

Come di consueto, trovate riassunti i concetti essenziali presenti nei successivi paragrafi nella nostra videorecensione, effettuata utilizzando spezzoni di gameplay catturati direttamente da PS4.

Cosa include la Special Edition

Oltre ovviamente alla classica versione di Skyrim, troviamo anche le espansioni Dawnguard, focalizzata sui vampiri, Hearthfire, che permette al giocatore di costruirsi la propria casa in una serie di location predefinite (in stile Fallout 4 per intenderci) e Dragonborn, l’espansione finale che aggiunge l’isola di Solstheim e la possibilità di addestrare e cavalcare un drago. Troviamo anche le mod su Console e una serie di migliorie grafiche, ma ne parleremo più nel dettaglio in altri paragrafi.

Grafica migliore… e i soliti vecchi bug

Skyrim Special Edition eredita il meglio e il peggio della versione iniziale di Skyrim. Iniziamo però dalle migliorie grafiche introdotte in questa versione. Le differenze tra la vecchia e la nuova versione si fanno notare: nuovi shader per acqua e neve, gestione dei riflessi rivisitata, texture ridisegnate, profondità di campo aumentata, introduzione della luce volumetrica e tanto altro. Gli fps, almeno su Console, sono stabili intorno ai 30 fps (per scelta), ma il vero problema è da ricercarsi altrove.

Recensione Skyrim Special Edition - 5
Recensione Skyrim Special Edition – Le ambientazioni sono incredibili, ma i personaggi e le loro espressioni facciali rimangono un punto debole del comparto grafico.

Come accennato la Special Edition eredita alcuni dei problemi della vecchia versione: non sono quindi rari fenomeni di compenetrazione poligonale, animazioni dei personaggi talvolta sgraziate, comprese le espressioni facciali fin troppo “legnose“, dialoghi che si sovrappongono e altri problemi che forse potevano essere risolti. Il problema è che Skyrim è un gioco enorme, e migliorare questi elementi avrebbe richiesto un investimento di tempo e di energie che forse in questo momento Bethesda non si può permettere, anche perché è concentrata su tanti altri nuovi progetti.

Recensione Skyrim Special Edition - Pronti al combattimento!
Recensione Skyrim Special Edition – Pronti al combattimento!

Il risultato finale è comunque estremamente godibile: vi fermerete sicuramente ad ammirare gli incredibili paesaggi di Skyrim, ma forse, soffermando il vostro sguardo sui personaggi e sulle loro animazioni, potreste notare qualche problema di troppo. Quasi dimenticavamo: questa versione del gioco è già ottimizzata per PS4 Pro, e presenterà quindi il supporto al 4K. Per quanto riguarda la versione PC trovate un paragrafo a parte in questo articolo.

Mod su Console

La versione PC di Skyrim ha sempre fatto vanto delle Mod, ovvero di quelle modifiche estetiche e funzionali create o da professionisti del settore o da giocatori appassionati, L’obiettivo, almeno nella maggior parte delle volte, è quello di migliorare l’esperienza di gioco, da un punto di vista di meccaniche o anche grafico, ma nel caso di Skyrim si può trovare letteralmente di tutto. Dalle Mod che permettono di saltare più in alto, a quelle che aggiungono anelli per caricarsi di oggetti fino all’inverosimile, a quelle che aggiungono perturbazioni atmosferiche costanti: lo store delle Mod di Bethesda presenta una varietà davvero incredibile.

Recensione Skyrim Special Edition - Le mod sbarcano anche su console.
Recensione Skyrim Special Edition – Le mod sbarcano anche su console.

Le mod sono finalmente accessibili anche da console, e a tal proposito vi guidiamo attraverso una serie di passaggi che potrebbero semplificarvi la vita. Prima di tutto dovete creare un account Bethesda tramite l’apposita pagina web, account.bethesda.net, sempre che non ne abbiate già uno, si intende. Creato l’account potrete gestire da browser (su PC) le Mod grazie all’apposito pannello in alto a sinistra. Prima però vi consigliamo di aprire il gioco su Console, recarvi nella sezione dedicata alle Mod ed effettuare il login: in questo modo il gioco si sincronizzerà con i server. A questo punto potrete decidere di consultare il catalogo da PC, tramite browser, o direttamente dal gioco, grazie all’efficace store integrato.

Da un certo punto di vista siamo felici di aver ritardato la pubblicazione di questa recensione: appena sbarcata sul mercato, la versione PS4 di Skyrim Special Edition contava circa 30 mod installabili. Adesso, durante la stesura di questo articolo, ce ne sono più di 400, sempre meno di quelle disponibili per PC ma si tratta comunque di un numero piuttosto soddisfacente. La versione per Xbox One ne conta invece più di 700. Inoltre le mod, durante i nostri test, si sono comportate piuttosto bene, senza quindi andare ad inficiare sulla stabilità del gioco o su altri fattori. Bisogna però tenere di conto che il loro utilizzo disattiva i trofei e crea dei salvataggi a parte con [M] nel nome del salvataggio, in modo da distinguerli da quelli classici.

E la versione PC?

Anche la versione PC può ovviamente usufruire di tutte le novità appena elencate. Inoltre dobbiamo segnalare il supporto ai 64-bit, che permette al gioco di accedere a un quantitativo di RAM maggiore, il supporto a tutte le mod esistenti, comprese quelle caricate tramite il Creation Kit e, soprattutto, il supporto ai vecchi salvataggi, a patto che non siano stati “contaminati” dalle mod.

Recensione Skyrim Special Edition - Ovviamente anche la versione PC presenta tante migliorie.
Recensione Skyrim Special Edition – Ovviamente anche la versione PC presenta tante migliorie.

Se poi su Steam possedete la versione originale di Skyrim e le tre espansioni (o la Legendary Edition), potrete sbloccare gratuitamente Skyrim Special Edition. Ah, sia NVIDIA che AMD hanno realizzato aggiornamenti dei loro driver con migliorie specifiche per questa versione del gioco.

Requisiti minimi

  • Sistema operativo: Windows 7/8.1/10 (versione 64-bit)
  • Processore: Intel i5-750/AMD Phenom II X4-945
  • Memoria: 8 GB di RAM
  • Scheda video: NVIDIA GTX 470 con 1 GB/AMD HD 7870 con 2 GB
  • Memoria: 12 GB di spazio disponibile

Requisiti consigliati

  • Sistema operativo: Windows 7/8.1/10 (versione 64-bit)
  • Processore: Intel i5-2400/AMD FX-8320
  • Memoria: 8 GB di RAM
  • Scheda video: NVIDIA GTX 780 con 3 GB/AMD R9 290 con 4 GB
  • Memoria: 12 GB di spazio disponibile

8.0

Giudizio Finale

Recensione Skyrim Special Edition – Giudizio Finale – Gli appassionati di Skyrim potrebbero aver già sviscerato in ogni modo possibile il titolo di Bethesda, e grazie anche alla community particolarmente attiva e alle tantissime Mod a disposizione dell’utenza potrebbero aver incrementato ancora di più l’incredibile longevità del titolo. La diretta conseguenza potrebbe essere quindi uno scarso interesse nei confronti di questa versione. I possessori di Xbox One e PS4 potrebbero invece farci un pensierino: l’esperienza di gioco offerta è ancora piuttosto attuale, nonostante i problemi precedentemente elencati relativi ad esempio alle animazioni dei personaggi o alle texture dei personaggi stessi, e il comparto comandi previsto funziona più che a dovere e non ha nulla a che invidiare alla controparte PC.

LEGGI ANCHE: Migliori Giochi Xbox One | Migliori Giochi PS4

Che dire quindi di questa versione: se non vi siete mai avvicinati all’incredibile mondo di Skyrim questa Special Edition è il modo giusto per approcciarsi al titolo; per il prezzo previsto, l’edizione offre tutto il necessario per godersi l’esperienza completa che potrebbe impegnarvi anche per più di un centinaio di ore. Inutile, come già accennato, soffermarsi sulla bontà del titolo: Skyrim deve far parte del vostro bagaglio di videogiocatori, a meno che gli Open World, specialmente quelli del calibro della saga Elder Scroll, non vi spaventino a causa delle troppe possibilità offerte.

PRO CONTRO
  • Skyrim, what else
  • Mod anche su console
  • Evidenti migliorie grafiche
  • Eredita i difetti della prima versione
  • I modelli e le animazioni dei personaggi non sono stati migliorati

Recensione Skyrim Special Edition – Screenshot

Recensione Skyrim Special Edition – Trailer