The Walking Dead: A New Frontier Ep. 1 – La famiglia è importante (recensione)

Giorgio Palmieri - Chi non muore si rivede. Anche chi muore, in realtà.

Recensione The Walking Dead: A New Frontier Ep. 1 – Telltale Games ha conosciuto il successo grazie a The Walking Dead, e su questo non ci piove. La prima stagione vinse in totale più di 90 premi come gioco dell’anno del 2012, e fu accompagnato da un’accoglienza calorosissima da parte del grande pubblico, compresi coloro che non avevano mai avuto il piacere di leggere il fumetto di Robert Kirkman, l’opera a cui il videogioco ovviamente si ispira.

Tanto vale battere il ferro finché caldo, e quindi, dopo una seconda stagione piuttosto riuscita, la casa americana ce ne propone una terza, che ha il duplice compito di accontentare i fan e accoglierne di nuovi. Scopriamola insieme grazie al primo episodio, Ties that Bind – Parte Uno.

LEGGI ANCHE: Batman: The Telltale Series Stagione 1 – Il nostro verdetto finale

Video Recensione The Walking Dead: A New Frontier Ep. 1

I concetti espressi nella seguente recensione sono racchiusi nel video a seguire, con tanto di sequenze di gameplay tratte dalle nostre sessioni di gioco su PC. Le scene cercano di ridurre al minimo il rischio spoiler. Vi informiamo che il gioco è disponibile anche su PS4, Xbox One, Android e iOS.

Processore: Intel(R) Core(TM) i7-6700 CPU @ 3.40GHz (8 CPUs), ~3.4GHz
RAM: 16384MB
Scheda Grafica: AMD Radeon R7 265

Spin-off o terza stagione?

Facendo un attimo mente locale, nella prima stagione di The Walking Dead abbiamo protetto la piccola Clementine nei panni di Lee Everett, un personaggio estremamente realistico in grado di stabilire un’empatia unica con il giocatore; la seconda, poi, ha basato la sua avventura proprio su Clementine, seguendola nel percorso di crescita interiore ed esteriore. Invece, la terza si priva della numerazione classica a favore di un sottotitolo, A New Frontier, e si pone come un viaggio che può essere affrontato da chiunque, a prescindere che abbiate o meno giocato ai precedenti.

the-walking-dead-a-new-frontier-5

Infatti, la storia narra le vicende di un nuovo personaggio, Javier Garcia, un uomo che, dopo uno spiacevole evento caratterizzato da una perdita importante, dovrà avventurarsi insieme ai suoi due nipoti, e alla fidanzata dello scontroso fratello, nella speranza di sopravvivere.

Non vi riveleremo altro per non rovinarvi la sorpresa, ma possiamo dirvi, per mettervi in guardia, che il primo dei cinque episodi previsti è davvero brevissimo, tant’è che può essere completato in un’ora circa. Non cerca di gettare le basi per qualcosa di grande in previsione dei futuri segmenti narrativi, ma si limita a raccontare l’inizio di una storia di zombie piena zeppa di cliché e, allo stesso modo, abbastanza appassionante, supportata da una struttura prima di innovazioni.

La narrazione scorre liscia come l’olio tra dialoghi tranquilli e sequenze al cardiopalma, anche se il colpo di scena finale non ci ha sorpreso più di tanto, risultando certamente forte e funzionale ai fini narrativi, ma poco emozionante: colpa di una lunghezza troppo esigua, e di sicuro un approfondimento maggiore su certe situazioni e personaggi avrebbe giovato all’impatto emotivo.

the-walking-dead-a-new-frontier-6

Le nuove personalità poi sono più che altro stereotipi del genere e nessuno è riuscito nell’impresa di rimanerci impresso, eccezione fatta per Clementine: non è certo un mistero che ci sia anche lei in questa nuova epopea dato, appunto, il materiale pubblicitario che ha supportato il titolo prima dell’uscita. Come volevasi dimostrare, la piccola bambina della prima stagione è diventata ancora più grande, matura e responsabile rispetto alla precedente, e sembra essere la vera star di A New Frontier, pur non essendo la protagonista.

Badate bene che Javier non viene eclissato dalla presenza di Clem, ma svolge il ruolo di anello di congiunzione tra il giocatore e la arguta ragazza. In tutta franchezza, questa idea ci è piaciuta molto, anche perché il duo, soprattutto nelle battute finali, funziona bene. Peccato che buona parte delle scelte si focalizzino sulla fiducia che il giocatore voglia o meno dare a Clementine, un personaggio del quale si presume si conosca già il passato, e pertanto non abbiamo esitato nemmeno per un momento nel compiere certe azioni.

Per il resto, siamo dinanzi alla classica formula Telltale, con dialoghi a quattro opzioni di risposta, coadiuvati un ritmo estremamente incalzante capace di tenervi incollati allo schermo dall’inizio alla fine. L’interazione con l’ambiente è stata ridotta all’osso anche se, in effetti, non c’è stato proprio il tempo materiale di approfondirla vista la scarsa durata di questo episodio.

the-walking-dead-a-new-frontier-7

Dobbiamo però elogiare il comparto tecnico, che finalmente risulta decisamente più rifinito rispetto al passato, specie per quanto concerne le animazioni facciali, ora molto più realistiche e credibili, un cambiamento necessario, soprattutto per un’avventura dai toni così drammatici. La nostra prova è avvenuta su PC, dove non abbiamo riscontrato alcun problema a parte qualche piccolissimo grattacapo nelle transizioni. Buone anche le musiche e il doppiaggio, rigorosamente in inglese, così come i sottotitoli. Come da tradizione, dunque, non c’è traccia della lingua italiana. Di per sé non sarebbe un grande problema, ma proprio perché il gameplay di queste produzioni si basa sul prendere decisioni in un piccolissimo lasso di tempo, una traduzione nella nostra lingua, anche solo testuale, sarebbe stata alquanto gradita.

Vi informiamo che è possibile importare i salvataggi dei precedenti giochi per modificare il passato di Clementine, oppure il titolo vi permette di emulare le scelte prese nelle due stagioni tramite delle apposite domande. Non preoccupatevi se non avete giocato ai predecessori perché, in tal caso, sarà Telltale Games a impostarle per voi.

Giudizio Finale

Recensione The Walking Dead: A New Frontier Ep. 1 – Il primo episodio di The Walking Dead: A New Frontier è troppo breve per poter tirare le somme in maniera approfondita. Siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla caratterizzazione di Clementine e da alcune scene a lei legate, ma la storia e il resto dei personaggi sono ancora avvolti nel mistero. Non sappiamo dove andrà a parare, ma forse questo è un bene: per ora critichiamo la scelta di aver ridotto la durata di questo segmento iniziale, che non ha reso giustizia a certe svolte importanti.

Rimanete sintonizzati per conoscere come si evolverà A New Frontier con la recensione del secondo episodio, che non tarderà ad arrivare sulle nostre pagine.

PRO CONTRO
  • Tante incognite sui personaggi e sulla storia…
  • Intenso, appassionante
  • Caratterizzazione di Clementine superba
  • Progressi nel comparto grafico e tecnico
  • … un fattore non del tutto positivo
  • Innovazioni alla struttura narrativa e ludica pressoché nulle
  • Davvero troppo breve, e talvolta frettoloso
  • Si gioca pochissimo
  • Completamente in inglese


App-Store-badge

Play-Store-badge

Steam Badge

The Walking Dead: A New Frontier Ep. 1 – Trailer

The Walking Dead: A New Frontier Ep. 1 – Screenshot

  • Amministrazione Condominiale

    Requisiti per Android o windows?

    • GPU Android supportate:
      – Tegra K1 & X1
      – Adreno 418, 420, 430, and 530

      Esempi di dispositivi supportati:
      – Nvidia Shield TV & Shield Tablet
      – Google Pixel, Pixel C, & Pixel XL
      – Google Nexus 5X & 6P
      – Samsung Galaxy S7 & S7 Edge (solo Adreno)
      – Sony Xperia X, XZ, Z4, & Z5
      – HTC One (M9) & 10

      Esempi di dispositivi NON supportati:
      – Samsung Galaxy S6/S6 Edge
      – Google Nexus 5
      – HTC One (M8)

      Requisiti minimi PC:

      OS: Windows 7 64Bit Service Pack 1 or higher
      Processor: Intel Core 2 Duo 2.4GHz
      Memory: 3 GB RAM
      Hard Disk Space: 8 GB Space Free
      Video Card: Nvidia GTS 450+ with 1024MB+ VRAM (excluding GT)
      DirectX®: Direct X 11
      Sound: Direct X 11 sound device
      Additional: Not recommended for Intel integrated graphics

      • Amministrazione Condominiale

        Grazie! Scusa e per i Tablet Windows?

        • Non so se per i tablet Windows è compatibile, prova a fare una ricerca in rete!