4 cose da sapere su Orcs Must Die! Unchained, nuovo gioco gratis per PS4 (e PC!)

Giorgio Palmieri

Ormai è cosa nota: si può videogiocare senza spendere un centesimo. I cosiddetti free-to-play sono ovunque, su qualsiasi piattaforma, dal PC alle console, dagli smartphone ai frigoriferi (più o meno). Degno di nota è senz’altro Orcs Must Die! Unchained: di cosa si tratta? E perché dovrebbe interessarvi? Queste e altre domande troveranno risposta nel nostro speciale.

ALTRI GIOCHI FREE-TO-PLAY: SkyforgeKnights of Valour | Battle Islands: Commanders

La saga

Orcs Must Die! non è un nome nuovo sulla scena. La serie, realizzata da Robot Entertainment, conta ben tre episodi, due dei quali vantano una fama notevole su Steam, ed entrambi condividono il medesimo gameplay: in pratica, lo scopo è quello di falciare decine e decine di orchi di vario genere in dinamiche a metà strada tra l’azione e la strategia. Si piazzano trappole, si scatenano truppe e magie, e si vestono i panni di un eroe capace di attaccare direttamente i nemici insieme alle varie strutture installate per la mappa.

Perché riparare ciò che non è rotto? Orcs Must Die! Unchained non stravolge le carte in tavola, ma cerca di aggiungerne di nuove.

Cosa cambia in Unchained?

Il terzo capitolo, Orcs Must Die! Unchained, ha attraversato un periodo di sviluppo burrascoso, per certi versi simile a quello affrontato da Dungeon Defenders 2. L’intenzione iniziale era quella di trasformare le meccaniche di gioco già viste nei precedenti capitoli, contestualizzandole nel MOBA e, quindi, nella competizione: un risultato che non ha convinto né i fan di vecchia data, né le nuove leve. Dopo tanti anni e varie sperimentazioni, gli sviluppatori hanno deciso di riproporre le stesse, identiche dinamiche dei predecessori, potenziate con nuove trappole, mostri e eroi, in un’ottica però free-to-play, improntata specialmente sull’online. Per la cronaca, il gioco è disponibile su PC da aprile e, per la prima volta, la saga arriverà su PS4 il 18 luglio, proprio con Unchained.

Giocare con gli amici è un obbligo, ma il matchmaking aiuterà i gamer solitari.

Le modalità di gioco

I giocatori su PS4 potranno dormire sogni tranquilli. L’offerta contenutistica al lancio sarà già ampia, alla pari dell’edizione PC, o quasi, pronta per essere spolpata a dovere:

  • Sopravvivenza – la modalità principale, nella quale un gruppo composto da massimo tre giocatori deve combattere contro le ondate di orchi comandati dall’intelligenza artificiale.
  • Sabotaggio la novità del terzo capitolo, in cui due team si sfidano in un testa a testa molto particolare. Ogni squadra può infatti invadere la mappa del proprio avversario evocando nemici e altre diavolerie per aiutare gli orchi a distruggere il nucleo.
  • Sfide settimanali missioni a tempo limitato, sotto condizioni uniche.
  • Modalità infinita orchi, ogre e altri cattivoni fino all’esasperazione (o alla morte)

Parliamo quindi di un titolo d’azione incentrato sulla cooperazione, e soprattutto sull’esperienza di gioco PvE.

Le trappole sono tantissime, e potranno essere potenziate con le componenti ottenute in battaglia.

È davvero gratis?

Come tanti altri titoli free-to-play, Orcs Must Die! Unchained sfrutta il classico modello gratuito supportato da acquisti in-app. Per aiutarvi nella scalata dell’ottenimento della valuta necessaria ad acquistare, tra le tante cose, i nuovi eroi, Robot Entertainment metterà a disposizione, fino al 17 agosto, un pacchetto esclusivo per gli abbonati al PlayStation Plus che include una serie di contenuti digitali, tra cui skin, consumabili e valuta extra per il valore totale di oltre 20 dollari.

L’appuntamento quindi è fissato per il 18 luglio, data in cui Orcs Must Die! Unchained arriverà su PS4. Tutti gli altri possono dirigersi su Steam per scaricare il gioco su PC, sempre gratis.

Orcs Must Die! Unchained – Trailer

Orcs Must Die! Unchained – Gameplay

Orcs Must Die! Unchained – Screenshot