The Division

Tutto quello che dovete sapere su Tom Clancy’s The Division

Giorgio Palmieri - Il fardello dell'enorme aspettativa creatasi con Watch Dogs è ora proprietà di Tom Clancy’s The Division: riuscirà questa volta Ubisoft a non deludere i fan?

Annunciato ormai tre anni fa in occasione dell’E3 2013, Tom Clancy’s The Division è finalmente pronto per essere spolpato dai videogiocatori di tutto il mondo. Il progetto, presentato al pubblico come un’esperienza innovativa, è in realtà un miscuglio di idee già viste in altri titoli, ma proposte in una veste tutta da scoprire.

Cos’è The Division

The Division è un gioco di ruolo d’azione online basato su una struttura open world e ambientato in una New York natalizia colpita da una epidemia che ha drasticamente ridotto le quantità di acqua, cibo e risorse del paese. L’unica speranza per la società di sopravvivere è la Divisione, un’unità speciale incaricata di salvare la Grande Mela e di scoprire chi ha causato la diffusione del virus. Il giocatore, logicamente, assume i panni di un agente della Divisione, che è possibile personalizzare a proprio piacimento sia nell’estetica che nelle abilità.

Si gioca solo online?

Il titolo di Ubisoft richiede una connessione costante ad Internet poiché l’esperienza si basa principalmente sulla componente cooperativa. Fino a quattro partecipanti potranno prendere parte alle varie missioni, in gruppi creati con amici o con l’ausilio del matchmaking.

Non c’è una modalità in singolo giocatore?

Certamente è possibile giocare l’intera avventura da soli, ma The Division è stato concepito per essere gustato in compagnia con amici, o comunque con altri giocatori online. Tuttavia, l’offerta contenutistica offre una modalità storia con tanto di missioni che si bilanciano in base ai partecipanti. Il nostro consiglio, in ogni caso, è quello di pensarci bene prima di acquistarlo nel caso doveste giocarlo da soli.

È realistico?

Le sparatorie sono strutturate come dei combattimenti in stile MMORPG, alimentate dal tipico sistema di coperture visto in tantissimi esponenti del genere dello sparatutto. L’intelligenza artificiale è infatti volutamente limitata, con avversari che reagiscono agli attacchi in maniera lineare e chiara nella maggior parte dei casi. Per stanare i nemici, inoltre, sarà necessario sparare una quantità variabile di proiettili in base al loro livello.

Qual è l’arsenale?

Due armi principali, una secondaria e un set di granate vanno a comporre l’armamentario di ogni agente della Divisione, che potrà fare affidamento persino su una serie di abilità, divise in tre filoni principali: Sicurezza, Tecnologia e Medicina. Due dei tre rami potranno essere combinati a proprio piacimento per definire il proprio stile di gioco. Non è finita qui: la personalizzazione in The Division riveste un ruolo importante e presenta nuovo vestiario, armature, impugnature, silenziatori e molto altro da raccogliere lungo l’avventura. Ciò non solo incide nell’aspetto estetico, ma va a modificare in maniera sostanziale anche il gameplay, come il rinculo, la precisione o la potenza di fuoco di ogni arma del gioco.

E il competitivo?

Sebbene il titolo si concentri sulla co-op, gli sviluppatori hanno introdotto, per il segmento competitivo, la Zona Nera. Si tratta di un’enorme mappa multigiocatore, collocata oltre i muri di quarantena, dove i giocatori potranno recuperare bottino di inestimabile valore. Una volta raccolto, per conservarlo, sarà fondamentale recarsi ai punti d’estrazione, nei quali, una volta lanciato il bengala per richiamare l’elicottero, si dovrà sopravvivere per novanta secondi sotto il fuoco nemico, giocatori inclusi.

Sarà più bello di Destiny?

Il gioco non è ancora uscito, quindi è impossibile al momento tirare le somme. Speriamo solo che Ubisoft tragga insegnamento dalla discutibile gestione della vendita di nuovi contenuti proposta da Bungie. Tuttavia possiamo considerare The Division come il primo, vero rivale di Destiny, almeno su console, sebbene i due prodotti siano abbastanza diversi nelle meccaniche: seppur entrambi siano improntati sull’esperienza online, The Division punta alla componente GDR, Destiny allo shooting.

E i DLC?

Ubisoft ha annunciato un Season Pass al prezzo di 39,99€ contenente tre espansioni, equipaggiamento esclusivo e opzioni di personalizzazione, più vantaggi mensili riservati solo ai possessori, appunto, del Season Pass. Oltre alla possibilità di acquistare anche le espansioni singolarmente, la società francese assicura contenuti gratuiti a tutti i giocatori a cadenza regolare.

Uscita, piattaforme e esclusive

The Division uscirà l’8 marzo su Xbox One, PlayStation 4 e Microsoft Windows. La versione della console Microsoft potrà contare sull’uscita anticipata dei DLC di trenta giorni rispetto alle altre edizioni; quella PC, invece, sfoggerà un maggiore dettaglio grafico, con sessanta fps, texture ed effetti di luce notevolmente superiori alla controparte console e una fisica più complessa.

Requisiti della versione PC

Vediamo quali sono i requisiti di sistema della versione PC di The Division.

Requisiti minimi:
Supported OS: Windows 7, Windows 8.1, Windows 10 (64-bit versions only).
Processor: Intel Core i5-2400 | AMD FX-6100, or better.
RAM: 6GB
Video Card: NVIDIA GeForce GTX 560 with 2 GB VRAM (current equivalent NVIDIA GeForce GTX 760) | AMD Radeon HD 7770 with 2 GB VRAM, or better.
Notebook support: Laptop models of these desktop cards may work as long as they are on-par in terms of performance with at least the minimum configuration.
DirectX: Version 11
Hard Drive Space: 40 GB available space.
Optical Drive: DVD-ROM Dual Layer.
Peripherals Supported: Windows-compatible keyboard, mouse, headset, optional controller.
Multiplayer: Broadband connection with 256 kbps upstream, or faster.

Requisiti raccomandati:
Supported OS: Windows 7, Windows 8.1, Windows 10 (64-bit versions only)
Processor: Intel Core i7-3770 | AMD FX-8350, or better.
RAM: 8GB
Video Card: NVIDIA GeForce GTX 970 | AMD Radeon R9 290, or better
Notebook support: Laptop models of these desktop cards may work as long as they are on-par in terms of performance with at least the minimum configuration.
DirectX: Version 11
Hard Drive Space: 40 GB available space.
Optical Drive: DVD-ROM Dual Layer.
Peripherals Supported: Windows-compatible keyboard, mouse, headset, optional controller.
Multiplayer: Broadband connection with 512 kbps upstream, or faster.

Prezzo e pre-ordini

È possibile acquistare in copia fisica quest’ultima fatica di Ubisoft presso i seguenti rivenditori:

Amazon

  • Standard PC – Link
  • Standard Xbox One – Link
  • Standard PlayStation 4 – Link

Gamestop

  • Standard PC – Link
  • Standard Xbox One – Link
  • Standard PlayStation 4 – Link

È disponibile anche un’edizione limitata che include:

  • Gioco Completo di Tom Clancy’s The Division.
  • Replica funzionante dell’orologio degli agenti.
  • La fascia da braccio degli agenti che permette di portare con te gli oggetti dell’equipaggiamento.
  • L’Artbook esclusivo con tutti i concept arts che hanno ispirato il gioco.
  • Poster con il motto della squadra “Save What Remains”.
  • Collector Box Esclusiva

Potete acquistarla in esclusiva da Gamestop Online al prezzo di 149,99€ (139,99€ per PC)  attraverso i seguenti link:

  • Limited PC – Link
  • Limited Xbox One – Link
  • Limited PlayStation 4 – Esaurita

Microsoft ha inoltre presentato un bundle contenente una copia digitale di The Division e una Xbox One da 1 Terabyte al costo di 399€.

The Division Xbox

  • Il livello di dettaglio is too damn high… O_O