Battleborn Title

Tutto quello che dovete sapere su Battleborn

Giorgio Palmieri - Cosa succede quando League of Legends e il mondo degli FPS si incontrano? Ecco Battleborn.

L’industria videoludica, già satura di sparatutto in tutte le salse, vedrà aggiungersi un altro nome alla sua interminabile lista di titoli multiplayer online proprio questo maggio: parliamo di Battleborn.

Il team di sviluppo

Gearbox Software e 2K Games si occupano rispettivamente dello sviluppo e della produzione di Battleborn. Dietro la realizzazione c’è dunque il team che ha dato vita alla serie Borderlands, divenuta col tempo molto apprezzata sia per il suo gameplay, che appunto coniugava le sparatorie con la componente ruolistica a la Diablo, che per il bizzarro universo, tant’è che Telltale Games ha realizzato una delle sue avventure narrative per approfondirlo.

Cos’è Battleborn

Battleborn non è il tipico FPS di quartiere, ma una sorta di miscuglio tra un MOBA (League of Legends, DOTA 2) e uno sparatutto in prima persona. Gearbox definisce il suo cocktail di generi “hero shooter”, nel quale i giocatori combatteranno i propri nemici in soggettiva, accompagnati da un sistema di sviluppo del personaggio che permette di modificare il proprio approccio di partita in partita poiché si resetta a ogni match.

I personaggi

Il gioco sfoggia un’ampia rosa di ben 25 personaggi, ognuno con un set di abilità (una passiva, due attive, una ultimate) e armi diverse, sia bianche che da fuoco. Si va da cyborg a semplici soldati, fino ad arrivare a montagne di carne armate di minigun a esseri demoniaci. Insomma, non faticherete a trovare il vostro preferito.

Modalità di gioco

Rispetto ai suoi concorrenti (in primo luogo Overwatch), Battleborn offre una modalità storia fruibile al 100% anche da soli nella quale i giocatori dovranno vedersela con una serie di temibili nemici comandati dall’intelligenza artificiale. La campagna potrà essere affrontata con un altro amico in locale su schermo condiviso, e con un massimo di cinque partecipanti online. Il fulcro dell’esperienza rimane comunque il multigiocatore competitivo 5v5 su tre modalità:

  • Incursione: scontro tra giocatori in cui bisogna distruggere le rispettive basi aiutati dagli scagnozzi comandati dall’intelligenza artificiale
  • Devastazione: deathmach a squadre con obiettivi da catturare
  • Fusione: le squadre di eroi devono condurre i propri scagnozzi verso il centro della mappa per guadagnare punti

Personalizzazioni

Ogni match disputato sia in modalità Storia che Competitiva ricompenserà i giocatori con punti esperienza. Ciascun eroe, oltre al livello in partita, può salire di grado in maniera permanente, così da sbloccare nuovi potenziamenti Helix (a.k.a. modifiche alle statistiche) e aspetti aggiuntivi. Non finisce qui, perché il Grado di Comando, invece, rappresenta il livello del profilo giocatore: più è alto, più si viene ricompensati con speciali titoli, distintivi e bottino extra.

Uscita e DLC

Battleborn arriverà nei negozi il 3 maggio e sarà disponibile su PC, Xbox One e PlayStation 4. Per quanto riguarda la politica dei DLC, dopo il lancio verranno aggiunti gratuitamente 5 ulteriori eroi, nuove modalità multiplayer e nuove mappe. In aggiunta al piano di contenuti gratuiti, 2K Games e Gearbox hanno presentatio il Season Pass (19,99€) contenente cinque DLC (acquistabili singolarmente al prezzo di 4,99€), ognuno dei quali conterrà nuove personalizzazioni, missioni e molto altro. È possibile preordinare il gioco su Amazon ai seguenti indirizzi:

Battleborn PC