Ubisoft lancia Sam, il primo assistente personale per videogiocatori (che per ora non potete usare)

Vezio Ceniccola Il nuovo assistente di Ubisoft è ancora in fase open beta e per adesso risulta disponibile solo in Canada

Di assistenti intelligenti ormai ne conosciamo già molti – basti pensare a Google Assistant, Apple Siri o Amazon Alexa –, ma quello ideato da Ubisoft ha uno scopo ben preciso: aiutare i videogiocatori di tutto il mondo a migliorarsi, scoprire le ultime novità e personalizzare la propria esperienza di gioco.

Il piccolo aiutante in grado di fare tutto questo si chiama Sam ed è parte del programma Ubisoft Club. Si tratta di un’intelligenza artificiale testuale e vocale, con la quale l’utente può conversare via chat o con la propria voce, proprio come se si trattasse di un amico virtuale.

Il software che si cela dietro questo progetto è basato sulla suite Dialogflow Enterprise Edition di Google Cloud, che permette di creare interfacce di conversazione per rispondere alle domande dei giocatori. Inoltre, Sam sfrutta i dati del profilo Ubisoft dell’utente – libreria giochi, amici, community – per ottimizzare e personalizzare il suo comportomento.

Ad esempio, è possibile chiedere all’assistente Ubisoft la data di uscita di un gioco, un trailer o altre informazioni relative ad un nuovo titolo in uscita, e Sam vi reindirizzerà sull’apposita pagina web. La funzione Daily Login consente di ottenere statistiche e consigli sulle ultime partite effettuate, per migliorare le proprie abilità e scoprire ulteriori segreti del gioco.

LEGGI ANCHE: Kohler mette gli assistenti vocali nel WC

Per adesso Sam è ancora in fase Open Beta ed è stato rilasciato in lingua inglese solo in Canada. Nei prossimi mesi le sue capacità saranno ulteriormente affinate e l’assistente di Ubisoft potrà espandere il suo raggio d’azione anche ad altre regioni del mondo. Per maggiori informazioni, potete visitare il sito web ufficiale di Ubisoft Club a questo indirizzo.