bikini ecologico head

Ecco il bikini stampato in 3D che pulirà gli oceani dall’inquinamento (foto e video)

Leonardo Banchi

Gli oceani, si sa, sono purtroppo pieni non solo di bellezze inesplorate, ma anche di inquinamento provocato dalle più disparate attività umane. La professoressa Mihri Ozkan dell’Università della California, quindi, ha pensato di mettere i bagni di turisti e villeggianti al servizio dell’ecologia, progettando un bikini in grado di raccogliere agenti inquinanti dalle acque.

Lo Sponge Suit Bikini, però, è soprattutto una provocazione basata su un interessante progetto tecnologico, dato che in termini pratici l’impatto sull’ambiente marino potrebbe essere ben poco rilevante, anche se tutti i bagnanti del mondo adottassero questa nuova tecnologia.

LEGGI ANCHE: TZOA: il dispositivo indossabile per controllare l’inquinamento (foto e video)

Ciò che l’innovativo costume riesce però a dimostrare è l’efficacia di Sponge, il materiale sviluppato in quattro anni di lavoro da Ozkan e dal suo team di ricerca: esso è infatti un materiale idrorepellente ed altamente poroso, leggero e flessibile, in grado di assorbire tutto tranne l’acqua, fino ad un peso di circa 25 volte superiore al proprio.

Tale materiale, presentato come estremamente economico e non dannoso per l’ambiente, riuscirebbe infatti facilmente a catturare dall’oceano grandi quantità di agenti inquinanti se utilizzato a dovere, specialmente in situazioni particolari come in prossimità di catastrofi ambientali.

L’idea di utilizzare il materiale in un dispositivo indossabile, che è valsa al costume il primo premio nella competizione “Reshape15: Wearable Technology“, è stata del designer Eray Carbajo, che ha lavorato con tecniche di stampa 3D per creare un frame di plastica flessibile, leggero e in grado di ospitare un inserto di Sponge dall’area superficiale di circa 250 centimetri quadrati.

Come detto in apertura, difficilmente questo costume servirà realmente a pulire i mari di tutto il mondo, ma appare comunque come un buono modo per risvegliare l’attenzione su un argomento tanto attuale quanto importante.

Via: C|Net
  • Wornairz

    Perché non fanno un bikini per pulire l’aria inquinata nelle grandi città? 😀

  • Falcellerba

    Beh, 25 volte il peso del costume sotto forma di sostanze inquinanti disciolte nell’acqua sono davvero tanti, e poi si fa il bagno più di una volta al giorno, se si va al mare. L’unico problema può sorgere se ci si dimentica delle sue proprietà e lo si indossa in piscina