blocks smartwatch modulare

Blocks, lo smartwatch modulare, sul crowdfunding entro l’estate

Cosimo Alfredo Pina

Blocks è il particolare progetto che punta a realizzare un smartwatch modulare, che riprende un po’ lo stile di Project Ara di Google. Le ultime notizie riguardo a questo particolare indossabile risalgono all’inizio di quest’anno, ma adesso la startup promotrice si direbbe pronta a raccogliere i primi ordini entro la fine dell’estate.

Infatti la società dietro a Blocks ha annunciato che sarebbe al lavoro con Qualcomm per creare concretamente lo smartwatch componibile, grazie alla natura modulare del cinturino. Il cuore dell’orologio sarà un processore Snapdragon 400, simile a quelli impiegati sugli Android Wear, mentre i moduli permetteranno di aggiungere funzioni come GPS, batteria aggiuntiva o NFC.

LEGGI ANCHE: Asus VivoWatch: lo smartwatch pronto a monitorare ogni vostra attività

Il sistema operativo sarà una versione personalizzata di Android Lollipop (non Android Wear) in grado di interfacciarsi sia con altri Android sia con dispositivi iOS. Per quanto si parli già dell’apertura di una campagna di crowdfunding, non è ancora chiaro a che punto sia la pianificazione della produzione, e ovviamente l’arrivo sul mercato rimane ancora incerto.

Tuttavia coloro in cerca di uno smartwatch multi-piattaforma troveranno in Blocks una valida alternativa, che abbraccia anche l’innovativo concetto modulare che in futuro potrebbe caratterizzare sempre più dispositivi.

Via: The Verge
  • Giammy

    Premesso che li seguo praticamente dall’inizio e che sembrano gente seria, non capisco perché non hanno scritto da nessuna parte una “rassicurazione” a chi li ha già finanziati (cioè chi si iscrisse come member, tipo io).
    Nel possibile, finora, hanno mantenuto le promesse, infatti le news private ai membri sono sempre arrivate, anche questa dell’articolo, però un accenno a chi ha già donato non l’hanno incluso.
    Bastava anche un semplice “per i donatori membri, avremo novità” o cose del genere.

  • Gabriele

    Seguo il progetto fin dalla nascita, e se dovesse costare neanche tanto sarei anche invogliato ad acquistarlo. L’unica cosa che mi frena è l’OS all’interno, non so che funzionalità ha, le potenzialità e sopratutto le app a disposizione, è un bel dilemma.

    • Giammy

      Sicuramente ad oggi è un bel dilemma, però sinceramente credo venga fuori una cosa buona, alla fine se c’è android dentro, i premessi sono molto buoni.

      • Gabriele

        Beh si quello sempre. Android ha dalla sua il vantaggio dell’enorme possibilità di cambiare anche grazie agli utenti, perció punto tutto sulla community. Tuttavia mi fido anche dell’azienda, fin’ora ha mantenuto tutte le promesse e sembra aver fatto dei passi da gigante. Vedremo in futuro come vanno le cose.