leap motion interaction engine_1

I joystick sono le vostre mani nella realtà virtuale di Leap Motion

Cosimo Alfredo Pina

Leap Motion è l’azienda dietro all’omonimo dispositivo, tra l’altro provato anche dalla nostra redazione, che permette di interagire con il computer tramite gesture in aria delle mani.

Proprio sfruttando questo concetto Leap Motion starebbe lavorando ad Interaction Engine un sistema hardware e software che vuole rendere l’interazione con gli oggetti nel mondo virtuale davvero simile all’esperienza di tutti i giorni.

Interaction Engine è ancora in fase di sviluppo, ma già funzionante; quando montato su un Oculus Rift può essere usato per portare le mani nella realtà virtuale. Le prime demo permettono infatti di compiere azioni piuttosto complesse come lo spostare una pallina da una scatola all’altra.

LEGGI ANCHE: Xiaomi promette un anno di “ardita esplorazione” in robotica e realtà virtuale

Per quando banale possa sembrare un gesto del genere, ricordate che stiamo parlando di un sistema che mette in comunicazione il mondo reale a quello virtuale tramite una semplice telecamera ad infrarossi.

Il lavoro da fare per rendere l’Interaction Engine in grado di entrare nella case di tutti è ancora molto; si tratta di un sistema immaturo, manca ad esempio una forma di feedback tattile, e che richiede notevoli risorse hardware.

leap motion interaction engine_2

Tuttavia Michael Buckwald, CEO e co-fondatore, si dice fiducioso che poter utilizzare le proprie mani come controller nella realtà virtuale, con un oggetto relativamente semplice come Leap Motion,  sarà solo questione di tempo, giusto quello necessario alla tecnologia dei visori di evolversi.

Fonte: Engadget
  • zoldus

    Mi è stato “regalato” da asus con l’acquisto di un rog g751, tanto hype ma poca utilità se usato da solo.
    lo vedo utile solo in coppia con l’oculus rift.