MediaTek-IC-close-up

MediaTek vuole trasformare gli smartwatch in “dottori” con questo chip

Cosimo Alfredo Pina

All’inizio dell’annoMediaTek, il colosso dei processori per i dispositivi d’oriente, annunciava un SoC per wearable, con tutto il necessario per far funzionare uno smartwatch o simili. Anche il nuovo MT2511 è un chip dedicato agli indossabili, nel caso particolare alle funzioni di benessere ed monitoraggio dell’attività.

Per la precisione MediaTek MT2511 è un chip Analog Front-End (AFE), che integra biosensori capaci di effettuare, tra l’altro in contemporanea, letture come elettrocardiogramma e fotopletismografia (misura ottica tramite LED).

Funzioni non del tutto inedite, ma questa volta l’attenzione è anche sui consumi, grazie ad alcune accortezze come sistema dedicato per la gestione dei LED e una RAM (4KB di SRAM) che promette di ridurre le richieste di energia durante la lettura di battito cardiaco.

LEGGI ANCHE: MediaTek spinge sull’IoT con un chip open source ed economico

MT2511 è ovviamente pensato per essere integrato con gli altri SoC per Android Wear di MediaTek, il già citato MT2523 ma anche MT2502 e MT2601. La produzione dei nuovi chip biometrici partirà nella prima metà del 2016.

Non è quindi da escludere che prima della fine dell’anno saranno lancianti indossabili, non necessariamente solo smartwatch, basati su questa tecnologia capaci di effettuare letture anche piuttosto avanzate come elettromiografia (EMG), elettroencefalografia (EEG), pulsossimetria (SpO2) e misurazione della pressione sanguigna.


MediaTek estende il portafoglio Wearable con il chip MT2511 dedicato ai dispositivi per la salute e il fitness

Primo chip bio-sensing MediaTek con front-end analogico, il nuovo MT2511 è destinato a rivoluzionare il mercato dei dispositivi wearable

SPAGNA, Barcellona – 22 febbraio 2016 – Mentre la domanda di dispositivi mobili per la salute cresce a livello globale, MediaTek annuncia oggi MT2511, il suo primo chip bio-sensing AFE (Analog Front-End) progettato per i dispositivi dedicati al benessere e al fitness. Il chip MT2511 consente di acquisire i segnali vitali attraverso ECG (elettrocardiografia) e FPG (fotopletismografia) simultaneamente.

MT2511 vanta consumi estremamente ridotti raggiungendo il più basso livello di consumo in active mode dell’intero settore: meno di 0,6 mA in FPG. Il chip è dotato dell’esclusiva tecnologia MediaTek per la misurazione dell’intervallo del battito cardiaco e integra 4KB di memoria SRAM per ottimizzare i consumi complessivi del sistema durante il monitoraggio della frequenza cardiaca a riposo. Inoltre MT2511 integra un circuito di pilotaggio LED per risparmiare spazio di layout.

“Il mercato dei dispositivi mobili per la salute è uno dei settori tecnologici dalla crescita più veloce e possiamo solo iniziare a immaginare come soluzioni wearable di questo genere potranno migliorare sia le cure mediche sia il benessere quotidiano a livello mondiale”, dichiara JC Hsu, corporate vice president e general manager della IoT business unit di MediaTek. “Grazie al supporto di ECG e FPG insieme ai bassi consumi di energia, MT2511 è un chip completamente integrato ideale per una varietà elevata di dispositivi come fitness tracker, smartwatch per stili di vita attivi e sportivi”.
Con il supporto di una gamma dinamica superiore a 100dB e una frequenza di campionamento compresa tra 64 e 4KHz, MT2511 misura i segnali elettrici cardiaci dell’utilizzatore eliminando interferenze e disturbi provocati dal movimento. Poiché acquisisce dati accurati sulle pulsazioni, MT2511 permette di realizzare una serie di applicazioni come elettromiografia (EMG), elettroencefalografia (EEG), pulsossimetria (SpO2) e misurazione della pressione sanguigna.
Il design flessibile del chip MT2511 ne permette l’interazione trasparente con le piattaforme IoT e wearable di MediaTek come MT2502, MT2523 e MT2601 for Android Wear, consentendo ai produttori di dispositivi di soddisfare una varietà elevata di esigenze. I vantaggi del design si estendono ad applicazioni semplici o complesse, con o senza touch screen, o abbinate a SoC o microcontroller (MCU).
MediaTek avvierà la produzione di massa del chip MT2511 nella prima metà del 2016. In occasione del Mobile World Congress 2016, MediaTek è presente con dimostrazioni del nuovo MT2511 e dell’hardware development kit che combina MT2511 e MT2523.

Principali caratteristiche:
• ECG+FPG per una facile sincronizzazione dei dati (PLL interno)
• La potenza attiva più bassa
< 0,6mA per FPG (frequenza di campionamento 125Hz senza LED )
< 0,6mA per ECG
< 1,25mA per FPG+ECG
• 4KB memoria SRAM integrata
• Alta precisione: oltre 100dB di gamma dinamica
• Supporto per interfaccia di connettività SPI/I2C
• Package WLCSP 3mm×3,4mm, 56 ball, pitch 0,4mm

  • Kobayashi

    Immagino l’accuratezza di un sistema ECG a lettura ottica contro quelli a 4 derivazioni…

  • Ugo

    mi sfugge come possa avvenire una lettura elettrocardiografica senza almeno due sensori (elettrici) posti in due punti diversi sul corpo…