Meizu Mix smartwatch_7

Mix, il primo smartwatch di Meizu, non ha Android Wear e neanche un display (foto)

Cosimo Alfredo Pina -

Dopo anni di rumor, in effetti intensificati negli ultimi mesi, il primo smartwatch totalmente di Meizu diventa ufficiale, anche se solo sulla piattaforma di crowdfunding dell’azienda Taobao. Si chiama Meizu Mix e non è un Android Wear come molti speravano, anzi tutt’altro.

Questo orologio rientra infatti nella categoria degli analogici smart che relegano la parte digitale, gestibile da smartphone, dietro il quadrante. Meizu Mix è infatti un bell’orologio a lancette con cassa in metallo (da 42 mm e spessa 12 mm), vetro in zaffiro, movimento svizzero e offerto in due colorazioni: nero e acciaio. Ci sono poi vari cinturini, in denim, cuoio o acciaio.

Dietro al look dell’orologio classico si celano comunque diverse funzioni smart; in effetti niente di così innovativo, già da tempo esistono soluzioni simili. In particolare sfruttando la connessione Bluetooth 4.0 il Mix è in grado di monitorare e inviare al telefono, tramite relativa app, i dati sull’attività fisica che comunque saranno consultabili al polso grazie ad un apposito indicatore analogico; oltre a questo c’è anche il supporto alle notifiche grazie ad un piccolo LED e un motore per la vibrazione.

LEGGI ANCHE: Garmin ha nascosto un fitness tracker dentro ad un orologio analogico

Completano questo orologio smart la batteria ricaricabile (più unica che rara per la categoria) da 270 mAh che promette fino a 240 giorni di autonomia e l’impermeabilità garantita anche per le immersioni fino a 30 metri di profondità. Come detto il Meizu Mix è ufficiale ma ancora lontano dall’essere acquistabile.

Prima di potervelo mettere al polso dovrà raccogliere sufficienti fondi (l’obiettivo è di circa 67.000€) sul crowdfunding di Taobao, dove gli utenti cinesi potranno contribuire acquistandolo a prezzi (al cambio) di circa 133€, 173€ o 200€ rispettivamente per la versione con cinturino in demin, cuoio o acciaio. Cifre tutto sommato in linea con l’attuale offerta, come ad esempio i Withings Activité o il Garmin Vivomove, e che in effetti si conciliano bene, almeno sulla carta, con il design apprezzabile i materiali curati, le feature offerte.

Resta da vedere se e quando arriveranno in Italia e soprattutto a che prezzo. La mancanza di un sistema operativo vero e proprio o di funzioni in stile Android Wear vi hanno un po’ deluso o trovate che il Mix sia comunque un wearable interessante?

Via: Android HeadlinesFonte: Anzhuo
  • kpkappa

    Più uso quelli col display…e più inizio a reputare quelli senza una figata.
    Prima o poi il withings me lo prendo mi sa.

  • Obi-Wan

    Io avevo questo ed era bellissimo, oltre ad essere pesantissimo, pesava più di 200 grammi, me lo ricordo ancora. Massiccio come pochi. NE vacessero una versioni rivista e contestualizzata al 2016 lo comprerei, anche se mi trovo bene con lo smartwatch 3, che di fatto è il mio terzo smartwatch sony
    http://blog.clove.co.uk/wp-content/uploads/2013/10/NW100.gif

  • Gianpaolo Fausto

    Un (bel, per carità) orologio analogico cinese da 20€ + miband prima versione spalmato sotto la scocca (15€) = 200€.
    Seems legit!

  • Io sono Piddu

    L’Elephone w2 è praticamente uguale e costa 1/4

    • Davide Arcuri

      davvero, peccato non ha lo smart lock nativo (non se se con app di terze parti si può simulare) e l’app non è delle migliori, altrimenti forse l’avrei preso

  • Roberto Martuscelli

    Totale delusione, avevo grosse aspettative da uno smartwatch Meizu, a questo punto spero che Xiaomi non deluda allo stesso modo.