giacca che ricarica il telefono

I vestiti diventano batterie indossabili grazie alle nanotecnologie

Leonardo Banchi

Fili e vestiti in grado di trasmettere elettricità non sono una novità, ma i ricercatori della University of Central Florida hanno voluto fare un passo oltre: un loro progetto si dirige verso tessuti e fili in grado di immagazzinarla.

LEGGI ANCHE: La salute a tutta velocità con gli indossabili McLaren

I rivoluzionario approccio si basa su dei “baffi” nanodimensionali che, se trattati, assumono le proprietà degli elettrodi: il tessuto diventa così un supercondensatore, in grado di conservare energia senza danneggiare le trasmissioni elettriche.

Allo stato attuale, il processo può rivelarsi utile per i dispositivi che necessitino di un qualche tipo di cablaggio, come elettrodomestici e computer, ma in prospettiva può essere rivoluzionario per una nuova generazione di tessuti, in grado di trasformare gli abiti in batterie indossabili, capaci di far scomparire il problema dell’autonomia di smartphone e tablet: in caso di emergenza, sarà sufficiente attaccare il nostro telefono, ad esempio, alla giacca che abbiamo addosso!

Questo futuro è purtroppo ancora una prospettiva lontana, ma quando potremo portarci a giro una capiente batteria senza un significativo aumento di peso molti dei problemi che ci affliggono per arrivare a fine giornata con i nostri device ancora accesi saranno scomparsi… rimane solo da sperare che non piova!

 

VIA: Engadget