Xiaomi-smartwatch-render

Xiaomi Mi Watch rinviato alla seconda metà dell’anno

Nicola Ligas

Liu De, co-fondatore e Vicepresidente di Xiaomi, ha confermato che la sua azienda presenterà uno smartwatch nella seconda metà del 2016, in ritardo quindi rispetto a quanto comunicato in precedenza dalla stessa azienda. Non aspettatevi però ulteriori dettagli in merito adesso, né sul piano tecnico, né su quello del design, e sia chiaro che l’immagine qui sopra è puramente indicativa e non vuole rispecchiare in alcun modo il prodotto reale, il cui nome Mi Watch è anch’esso non confermato.

Liu De ha anche confermato che Xiaomi non si lancerà nel settore automobilistico come LeEco, ma che continuerà ad investire in prodotti per una diversa mobilità, come bici, Ninebot ed altro, puntando in particolare ad aprire circa 60 punti vendita entro l’anno.

LEGGI ANCHE: Versioni multiple per Xiaomi Mi Max

A proposito di vendite, vi segnaliamo invece un’indiscrezione non confermata, secondo la quale il prezzo di Xiaomi Mi Max, il phablet che l’azienda presenterà il prossimo 10 maggio, sarebbe di soli 1299 yuan (circa 175€) in Cina. Prendete quest’ultima informazione particolarmente per le molle, anche perché l’attesa di nuovi prodotti Xiaomi è sempre molto alta in Cina, ed ogni dichiarazione o possibile informazione viene spesso ingigantita oltremisura, ma non è facile per noi occidentali verificare sempre l’attendibilità delle varie fonti.

Via: GizmoChina