Il lockdown è stato redditizio per Amazon: raddoppiati i guadagni nonostante un enorme investimento iniziale

Giovanni Bortolan

Agli albori della pandemia di Covid-19 Jeff Bezos, CEO di Amazon, riunì tutti gli investitori per comunicare loro una possibile perdita relativa al Q2 2020, dovuta all’intenzione di Amazon di spendere ben 4 miliardi di dollari in attrezzature e procedure andi diffusione del virus. Il buco in bilancio ipotizzato da Bezos si attestava attorno al miliardo e mezzo di dollari. Oggi, alla fine del Q2, Amazon ha comunicato i risultati, diametralmente opposti; ma forse c’era da aspettarselo.

Con una grande fetta della popolazione mondiale costretta ai limiti del focolare domestico, Amazon ha addirittura raddoppiato il profitto netto YoY (year-to-year) a fronte di 5,2 miliardi di dollari guadagnati. Questa cifra spaventosamente alta è arrivata addirittura dopo aver speso i 4 miliardi menzionati pocanzi, il che di fatto ci suggerisce come i guadagni potevano essere ancora pià elevati.

LEGGI ANCHE: Amazon lancia Recommerce, il servizio che compra i vostri smartphone (anche rotti) in cambio di rimborsi

Il colosso dell’e-commerce ha inoltre raccontato di aver creato 175.000 nuovi posti di lavoro da marzo, di cui 125.000 in corso di conversione a lavori full-time. Sono 27 i milioni donati alle associazioni Black Lives Matter, di cui 8,5 derivano direttamente dalle tasche dei dipendenti. Dipendenti che si sono visti arrivare un bonus una tantum di 500 milioni di dollari, da spartire equamente (anche se non è stato comunicato il numero di dipendenti beneficianti).

Fonte: The Verge